FIA F2 Piastri Jeddah
Credits: Prema Powerteam

Oscar Piastri vince a Jeddah una gara di F2 quasi “fantasma” e ora per il titolo è solo una questione matematica. Tra ritardi e incidenti, in quasi due ore di evento la gara dura soli 10 minuti, prima di consegnare la vittoria al pilota australiano e assegnare metà punteggio. A podio anche l’altra Prema di Shwartzman e la Campos di Ralph Boschung. Paura per il crash al via tra Fittipaldi e Pourchaire.

A Jeddah la paura lascia spazio alla gioia di Piastri e Prema

Succede di tutto nella feature race odierna: peccato che poco abbia riguardato l’azione in pista. Prima un ritardo causato da alcuni lavori di ripristino del tracciato, poi al via lo stallo e il successivo tamponamento di Enzo Fittipaldi ai danni di Theo Pourchaire. Dopo oltre 30 minuti arrivano le prime, confortanti, notizie sui due piloti, entrambi trasportati in ospedale ma coscienti e apparentemente senza grosse problematiche. Si riparte così 1 ora e 20 minuti più tardi rispetto al via originale, con gara accorciata a 20 minuti più un giro e metà punteggio assegnato. I colpi di scena non finiscono qui: dopo soli 5 giri l’incidente tra Caldwell e Samaia chiude prematuramente la corsa.

Al termine di questa gara contorta, la notizia più importante riguarda la salute dei due piloti coinvolti nell’incidente al via. Theo Pourchaire, dopo il forte urto subito al posteriore della sua vettura, è stato trasportato in ospedale solo per accertamenti, mentre su Enzo Fittipaldi erano riposte le maggiori preoccupazioni. Per fortuna anche il pilota brasiliano se l’è cavata con qualche escoriazione. L’auspicio di poter vedere entrambi al via del prossimo ed ultimo appuntamento del campionato 2021, in previsione già nel prossimo weekend.

UNA GARA (QUASI) MAI ESISTITA

Poco ha detto la gara. Piastri conferma la pole position gestendo i soli 10 minuti di gara, rischiando di perdere il successo effettuando la sosta (rimasta obbligatoria) poco prima dell’esposizione della bandiera rossa. Da regolamento i risultati sono stati basati sul giro precedente, cosa che ha permesso a Piastri di ottenere la vittoria dopo qualche minuto di attesa. Prova a restare in scia Robert Swhartzman chiudendo al secondo posto, ma il gap rispetto al compagno di squadra sarà difficile da colmare nell’ultimo appuntamento di Abu Dhabi. Festeggia anche il team Prema, capace di assicurarsi il titolo a squadre grazie alla doppietta odierna.

Trova il primo podio nella categoria Ralph Boschung, grazie a un eccellente scatto al primo via della gara. Esce quasi definitivamente da giochi Guanyu Zhou, fuori dal podio ed in quarta posizione, che accusa ora un ritardo di oltre 60 punti dal leader. Felipe Drugovich termina i soli 5 giri di gara al quinto posto, seguito da Juri Vips, Christian Lundgaard, Marcus Armstrong, Liam Lawson e Dan Ticktum, che prende l’ultimo mezzo punto disponibile.

Nessuna conseguenza nell’incidente che ha decretato la fine anticipata della gara. Ollie Caldwell ha perso il controllo della vettura in approccio di curva 23, finendo in testacoda e coinvolgendo Guillherme Samaia. Entrambi i piloti sono usciti senza problemi dalle proprie Dallara. Ora non resta che l’ultimo evento della stagione, l’ultimo weekend con il format-flop della tripla gara; si correrà al pari della Formula 1 sul rinnovato circuito di Abu Dhabi.

Leggi anche: FIA F2 | JEDDAH, SPRINT RACE 2: PIASTRI VINCE UNA GARA DOMINATA DALLA SAFETY CAR

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.