punteggio-f2-f3
Credit: Getty Images

Grosse novità attendono Formula 2 e Formula 3 a partire dal prossimo anno. Dopo aver abbandonato il format su tre gare adottato quest’anno, i due campionati torneranno a correre negli stessi week-end. Un ritorno al passato, con una gara in meno ed un sistema di punteggio rivisto.

Ogni categoria correrà dal venerdì alla domenica disputando una sessione di prove libere e le qualifiche nella prima giornata, mentre la sprint race si correrà di sabato e non più la domenica come in passato.

FORMULA 2

Modifiche già a partire dalla sessione di qualifiche, con il poleman che guadagnerà 2 punti in classifica a differenza dei 4 in vigore fino a quest’anno. Dimezzato anche il punteggio da attribuire all’autore del giro più veloce, 1 punto per ogni gara.

Come già noto, la griglia di partenza della sprint race del sabato sarà determinata dall’inversione in griglia dei primi dieci classificati delle qualifiche. I piazzamenti a punti riguarderanno sempre i primi otto piloti a tagliare il traguardo, ma con un sistema di 10, 8, 6, 5, 4, 3, 2 e 1 punti.

Invariato invece il punteggio per la Feature Race, con il classico sistema adottato anche il Formula 1. In totale un pilota potrà ottenere un massimo di 39 punti nell’arco del week-end di gara.

FORMULA 3

Cambiamenti molto simili anche per la Formula 3, che così come la Formula 2, vedrà il poleman guadagnare 2 punti e l’autore del giro più veloce in gara 1 punto.

Diverso invece il sistema di punteggio della sprint race. Ricordiamo che l’inversione di griglia in Formula 3 coinvolge i primi 12 piloti, mentre coloro che andranno a punti saranno i primi 10 con un sistema di 10, 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2 e 1 punti dal primo al decimo.

Nessuna diversificazione dalla Formula 2 invece per quanto riguarda la gara domenicale. Anche nella categoria più piccola ogni pilota potrà ottenere un massimo di 39 punti nel week-end.

Negli ultimi giorni le due categorie hanno anche annunciato i propri calendari della stagione 2022, che vedranno protagoniste anche le piste italiane di Imola e Monza.

Carlo Luciani

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.