Guanyu Zhou podio
Credits: DutchPhotoAg

Guanyu Zhou torna alla vittoria assicurandosi la seconda sprint race dell’ultimo round di Abu Dhabi. Gara ricca di colpi di scena: dopo la vittoria del titolo Piastri rischia e sbaglia, finendo fuori gara dopo poche tornate mentre il poleman Marcus Armstrong abbandona la corsa per un problema alla sua Dallara. Robert Shwartzman chiude secondo mantenendo un buon margine sul pilota cinese; terza posizione per Ralph Boschung che bissa il podio ottenuto in Arabia Saudita.

Zhou si impone nella seconda gara di Abu Dhabi, restando in corsa per la seconda posizione. Piastri pasticcia dopo il titolo

Se si è chiusa la lotta al titolo, resta accesa sino all’ultima gara dell’anno la battaglia per la consolatoria posizione di vice campione. Guanyu Zhou riduce il distacco vincendo la seconda sprint odierna, ma resta un gap difficilmente colmabile di 14 punti rispetto a Shwartzman, che domani avrà anche il vantaggio di partire più avanti. Conferma la sua crescita Boschung, nuovamente a podio dopo la terza posizione ottenuta nell’ultima gara di Gedda.

Si percepisce l’aria da ‘ultimi giorni di scuola’. Sin dal primo giro i piloti si scornano nella pancia del gruppo senza esclusione di colpi. Proprio il neo campione Piastri, nel corso del primo giro, esagera la staccata in curva 5 finendo contro la vettura di Lawson. All’australiano vengono comminati 5 secondi di penalità, dopo esser scivolato oltre la decima posizione. Nelle prime battute un contatto tra Caldwell e Deledda costringe l’intervento della safety car, con quest’ultimo rimasto fermo sul tracciato.

La gara di Piastri non dura molto: nel giro successivo al rientro della safety, il pilota Prema viene a contatto con le vetture di Vips e Nissany, dopo non aver prestato attenzione all’inserimento all’interno in curva 9 del rivale israeliano. Oltre al neo campione anche Vips è costretto al ritiro, rendendo necessario una nuova neutralizzazione. Non finiscono i colpi di scena: subito dopo il riavvio la vettura del leader Armstrong si ammutolisce ed è costretto al KO tecnico.

Dopo un breve periodo di Virtual Safety Car i due contendenti al secondo posto assoluto si trovano a guidare la corsa, con Zhou leader davanti a uno Shwartzman che sopravanzando Boschung rimonta sino alla seconda posizione. Zhou gestisce la seconda metà di gara, perdendo il giro veloce solo nell’ultima tornata a favore di Roy Nissany. L’ultimo giro è teatro di una bella lotta per la quarta posizione tra Dan Ticktum e Felipe Drugovich, con il britannico a difendersi correttamente e avere la meglio.

A punti anche Liam Lawson, Jehan Daruvala e Jake Doohan, rispettivamente in sesta, settima e ottava posizione. Domani si torna in orario diurno per l’ultimo appuntamento della stagione, la gara più lunga del weekend che assegna massimo punteggio.

Samuele Fassino

Leggi anche: FIA F2 | Abu Dhabi, sprint race 1: Vince Daruvala, Piastri è campione!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.