antonelli abu dhabi f4 uae
Credits: Twitter Prema

Un avvio migliore di week-end non ci sarebbe potuto essere per Andrea Kimi Antonelli, subito grande protagonista nel secondo round stagionale della F4 UAE. Sul circuito di Yas Marina, il giovanissimo portacolori del team Abu Dhabi Racing by Prema è infatti riuscito a conquistare il successo letteralmente al fotofinish: alle sue spalle, infatti, i compagni di squadra Aiden Neate e James Wharton sono giunti con un margine rispettivamente di soli 3 e 105 millesimi.

ANTONELLI, STRATEGIA PERFETTA

Una grande prova, quella messa a segno da Antonelli, che ha sfruttato nel migliore dei modi i pochi minuti di gara “vera” a disposizione. Dopo un lungo periodo di neutralizzazione scaturito da un contatto nel primo giro, il restart è avvenuto a soli 6′ dalla bandiera a scacchi. Antonelli, ritrovatosi in seconda posizione dopo lo start da incubo del poleman Inthraphuvasak, ha subito messo nel mirino il compagno Neate, con un primo tentativo di attacco non andato a buon fine alla staccata del rettifilo principale del tracciato di Abu Dhabi.

Il giovanissimo bolognese ha quindi replicato la manovra nel medesimo punto al giro seguente. Questa volta è riuscito a tenere in pista la monoposto, transitando sotto la bandiera a scacchi con un margine di soli 0″003 nei confronti di Neate. La tripletta Prema è stata poi completata da Wharton, a sua volta incollato al leader. Da notare come i primi piloti, evidentemente concentrati sulla propria battaglia in pista, non si siano accorti della bandiera a scacchi ed abbiano continuato a gareggiare per una parte del giro seguente.

BRANDO BADOER SUBITO OUT

Si tratta comunque di un ottimo avvio nella F4 UAE per Kimi Antonelli, il quale avrà modo di scattare dalla pole position nella prima delle due gare in programma domani. Una posizione che, di certo, oggi non ha portato fortuna al poleman Tasanapol Inthraphuvasak, il quale ha stallato al via facendosi sfilare dal resto del gruppo. Proprio alla fine del primo giro è poi arrivato il contatto che ha provocato il lungo intervento della Safety Car. Brando Badoer (l’altro pilota italiano al via) ha purtroppo dovuto abbandonare la corsa.

Per quanto riguarda le posizioni alle spalle del podio, Alex Dunne (Hitech GP) ha chiuso in quarta posizione davanti a Rik Koen e Nikita Bedrin. Charlie Wurz, vincitore del primo round stagionale svoltosi lo scorso mes, ha invece concluso in ottava posizione.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.