Ralf Schumacher

Ralf Schumacher dice la sua sulla situazione della Williams. Sir Frank è uno di quei nomi legati in maniera indissolubile alla Formula 1: la sua scuderia ha conquistato ben 9 titoli mondiali costruttori e 7 piloti nella massima serie a cavallo tra gli Anni ’80 e ’90. Adesso però le condizioni economiche del team con sede a Grove si sono aggravate, anche a seguito della pandemia da Covid-19 e del ritardo nell’inizio della stagione di F1. Schumacher conosce bene l’ambiente, avendo disputato cinque stagioni alla corte di Sir Frank.

La crisi Williams

La crisi Williams è iniziata già da qualche anno. Crisi economica e di risultati. La scuderia ha chiuso le ultime due stagioni in ultima posizione nel Costruttori di F1. Dal 2012 Frank Williams ha lasciato il timone dell’azienda a sua figlia Claire. Con il suo avvento, però, è anche iniziato il declino della scuderia.

Dalla settimana scorsa la Williams ha aperto ad investitori per una cessione parziale o totale della scuderia. Ad avallare il cambio epocale c’è anche Ralf Schumacher. Fratello del mito della Ferrari, dal 1999 al 2004 ha guidato per Sir Frank, arrivando due volte quarto in classifica iridata.

Le parole di Ralf Schumacher

“Mi sembra che Frank Williams e sua figlia Claire non siano stati capaci di guidare il team nei tempi moderni”. Parole dure quelle di Ralf Schumacher a Speedweek: “Serviva formare un management giovane già anni fa; i tempi sono cambiati. Il sistema di Frank Williams è sempre stato esercitare una forte pressione dall’alto”. Il tedesco però vede anche una luce in fondo al tunnel, “a patto che Frank e Claire si facciano da parte, lasciando subentrare un investitore. Sono convinto che siano ancora un grande tea, e, con i partner e le finanze giuste, parteciperei volentieri anche io”.

Ralf Schumacher ha fatto anche i nomi di probabili investitori, come Dmitry Mazepin, padre di Nikita, impegnato in Formula 2: “Mazepin è tra i papabili ed è più ricco di Latifi e Stroll. Finora ha acquistato tutti i team in cui ha corso il figlio, dalla Formula 3 in su. Non mi sento di criticare scelte di questo tipo; sono felice che ci siano persone che amano il motorsport e sono disposte ad investire del denaro, anche se lo fanno per i figli”. Mazepin è l’azionista di maggioranza e presidente di Uralchem ​​Integrated Chemicals Company. 

Prospettive future

La settimana scorsa la Williams ha annunciato la rottura della partnership con Rokit, mentre l’11 maggio scorso è stato nominato Simon Roberts quale Managing Director F1. Parole dure quelle di Ralf, che non ha risparmiato un mito della Formula 1 come Sir Frank Williams. Magari è pronto proprio lui ad impegnarsi in una nuova avventura nella massima serie, ma in una veste diversa, magari tracciando la strada verso la Formula 1 a suo figlio David. Di certo, se dovesse uscire la famiglia Williams dal paddock si potrebbe dichiarare definitivamente chiusa un’era, forse la più bella, della Formula 1.

Leggi anche: F1 | WILLIAMS VALUTA LA VENDITA DELLA SCUDERIA E TERMINA LA SPONSORIZZAZIONE CON ROKIT

Fabrizio Crescenzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.