Pochi minuti fa la scuderia Red Bull ha annunciato l’estensione del contratto con Max Verstappen, spostando la scadenza dell’accordo al 2023.




Con una manovra simile a quella vista in casa Ferrari con Charles Leclerc sul finire del 2019, anche la scuderia di Milton Keynes si tutela nei confronti del suo (giovane) pilota di punta, accordandosi con un prolungamento del contratto fino alla fine del 2023.

Al momento della stesura di questo articolo non sono disponibili dettagli riguardanti il nuovo trattamento economico dell’olandese, ma sono chiari gli intenti della scuderia, come si desume dai commenti del team principal Christian Horner: “Avere esteso l’accordo con Max fino alla fine del 2023 è una fantastica notizia per la scuderia: con le sfide relative ai cambi regolamentari del 2021, avere più continuità possibile può essere un fattore chiave. Max ha provato di essere un punto importante per il team, crede veramente nella collaborazione che abbiamo costruito con Honda, nostro fornitore di unità propulsive, e siamo contenti di aver esteso la nostra relazione con lui”.

L’olandese ha innanzitutto ringraziato la scuderia: “Sono molto contento di aver esteso la mia collaborazione con il team, Red Bull ha creduto in me e mi ha dato l’opportunità di esordire in Formula 1, cosa per cui sarò sempre molto grato; in questi anni sono cresciuto sempre a contatto con il team e, a parte la passione di tutti e le prestazioni in pista, è anche molto bello lavorare con un gruppo di persone così speciale”.

Continuando con le dichiarazioni di Max Verstappen, possiamo notare come le sue ambizioni volino alto dopo l’estensione del contratto: “L’arrivo della Honda e i progressi che abbiamo fatto negli ultimi dodici mesi mi danno più motivazione e speranza sul fatto che potremo vincere assieme; rispetto la maniera con cui Red Bull e Honda lavorano assieme e tutti si stanno dando da fare affinché si possa vincere; personalmente voglio vincere con Red Bull e il nostro obiettivo è, ovviamente, combattere assieme per il Titolo Mondiale.

Max Verstappen, ora come ora, è il quarto pilota in griglia ad avere un contratto valido per il 2021 e potremmo dire che la decisione di Ferrari di legarsi a Leclerc sul medio termine sembra avere generato un “effetto valanga”: una tale stretta sui tempi da parte di Red Bull giunge inaspettata, ma è comprensibile guardando l’intero quadro della situazione.

La partnership con Honda sembra essere un punto cardine in questo accordo, quindi si aprono diversi scenari possibili sull’impegno della Casa giapponese oltre il 2021, i quali potrebbero avere una ricaduta sull’impegno degli altri Costruttori oltre la fatidica data che rappresenta un deciso cambio in Formula 1.

Chi sarà il prossimo “nome grosso”, tra i piloti, a confermare la propria presenza per il 2021 (e oltre) dopo l’accasamento di Leclerc in Ferrari e Max Verstappen in Red Bull? Quali saranno i piani a medio termine in casa AMG Mercedes?

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.