Trattativa Vettel Aston Martin

Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco “Bild”, sarebbe in corso una trattativa per portare Sebastian Vettel in Aston Martin nel 2021. Il tedesco prenderebbe il posto di Sergio Perez nella scuderia che ora è conoscuita come Racing Point, ma che dall’anno prossimo prenderà le insegne dell’Aston Martin.

Il quadro della situazione

Secondo i rumors che circolano nel paddock, Lawrence Stroll (azionista di maggioranza della scuderia) avrebbe proposto un contratto al quattro volte campione del mondo. In altre parole i rumors indicherebbero l’impegno di Stroll nel costruire un pacchetto forte con cui affrontare il rebranding della scuderia di Silverstone.

La “Bild”, in un suo recente articolo, ha riportato come un accordo tra le parti possa essere trovato e ratificato in tempi brevi. Chiaramente non sono riportati rifereimenti oggettivi che possano avvallare l’avvio e la “costruzione” della trattativa, tuttavia il quotidiano tedesco ha recentemente provato di essere ben informato sulle manovre di Seb.

Sergio Perez è fuori?

Ammesso e non concesso che la situazione sia quella che viene dipinta, Sebastian Vettel andrebbe a sostituire uno dei due piloti attualmente sotto contratto con la Racing Point.

Considerando intoccabile la posizione di Lance Stroll, figlio di Lawrence, il tedesco andrebbe a sostituire Sergio Perez, nonostante la posizione contrattuale del messicano (che, per altro, porta anche degli sponsor) possa far intendere il contrario.

Stando a quanto suggerisce il quotidiano tedesco, nel contratto di Checo figurerebbe una clausola di “rilascio” da esercitare entro il 31 luglio, nella quale figurerebbero, ovviamente, penali e altri dettagli commerciali.

La situazione attuale

Al momento in cui questo articolo viene pubblicato, non ci sono riscontri oggettivi di quanto riporti la “Bild”.

Ufficialmente Otmar Szafnauer, CEO della Racing Point, ha dichiarato di come sia “lusinghiero” che si pensi a un quattro volte campione del mondo interessato al team, ma che in realtà i contratti esistenti con i piloti non lascino spazio a Vettel.

Attualmente la Racing Point è quarta in campionato ed è alle prese con un reclamo promosso dalla Renault su una spinosa questione relativa alla monoposto attuale… molto simile alla Mercedes W10, che potrebbe aprire un vaso di Pandora nel mondo della Formula 1.

Per quanto riguarda Sebastian Vettel, invece, la situazione rimane molto fluida. Il tedesco ha dichiarato di “non voler scappar via” dalla Ferrari anzitempo e che, al momento, sul suo futuro di Formula 1 “qualsiasi cosa è possibile”.

Con AMG Mercedes e Red Bull che non hanno ancora chiuso le proprie line-up per il futuro a breve termine, le porte verso Brackley o Milton Keynes rimangono ancora potenzialmente aperte. Così come rimane percorribile la strada dell’anno sabbatico o del ritiro.

L’Aston Martin è una possibilità realistica?

All’indomani del non rinnovo in Ferrari, Seb ha sottolineato come sia importante lavorare “in armonia” all’interno di una scuderia. Cosa che, evidentemente, a Maranello non esiste più. Quasi sicuramente in Aston Martin la pressione sarebbe minore, pur rimanendo in orbita Mercedes e con un team tecnico che sembra essere molto efficiente.

Lawrence Stroll ha dei piani per il futuro, così come l’ambizione e disponibilità di capitali. Le risoluzioni contrattuali possono essere difficili ed onerose, ma non impossibili. Fine luglio, in fondo, è dietro l’angolo.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.