Test Pirelli Barcellona
Robert Kubica in azione a Barcellona per i test Pirelli (credit: profilo Twitter Pirelli Sport)

Dopo aver ospitato il GP di Formula 1 nell’ultimo fine settimana, il tracciato di Barcellona ha ospitato i test Pirelli relativi alle gomme con cerchio da 18″ da impiegare nel 2022. Robert Kubica con l’Alfa Romeo Racing, Alex Albon con la Red Bull e Daniil Kvyat con l’Alpine hanno preso parte alle prove.

Programma Pirelli

Stando a quanto dichiarato da Mario Isola, in Pirelli hanno ffinalizzato “tra l’80% e il 90%” i dettagli relativi alla struttura e costruzione del pneumatico. La casa milanese ora sposterà il focus delle prove sui test relativi alle composizioni della nuova generazione di gomme.

A tal proposito Isola ha dichiarato: “Abbiamo una nuova mescola che stiamo già utilizzando, una C3 che sta funzionando abbastanza bene. È la prima della nuova famiglia di mescole che vogliamo introdurre per il prossimo anno, con le caratteristiche concordate con i piloti. (Notiamo, ndr) Molto meno surriscaldamento: ovviamente, dobbiamo convalidare l’osservazione quando avremo la versione finale delle vetture”.

Le monoposto

Le vetture impiegate dalle varie scuderie sono monoposto di passate stagioni in versione “mulo”, sulle quali vengono progressivamente montati particolari rilevanti per le nuove coperture, come nel caso della paratia copri-cerchio vista sull’Alfa Romeo. Del resto, quest’ultimo elemento può influenzare le temperature all’interno del cerchio.

Pirelli ha richiesto alle scuderie di settare le monoposto con livelli di carico aerodinamico, peso e distribuzione di quest’ultimo in linea con quanto ci si aspetta per il 2022. Questo tipo di configurazione viene considerato rappresentativo per il comportamento meccanico delle monoposto del prossimo anno, anche se alcune condizioni di marcia (per esempio stare in scia) non possono essere provate.

Mario Isola si aspetta che le monoposto del prossimo anno, sulla carta più scariche, dovrebbero manifestare una maggiore tendenza a scivolare, tuttavia “sappiamo che le monoposto del prossimo anno saranno molto differenti.

Prossimi appuntamenti

Il programma dei test seguirà quello dei GP, perlomeno per le composizioni da asciutto. Il calendario prevede test con AlphaTauri in Austria, seguiti da Red Bull, Aston Martin e Haas a Silverstone, e infine Mercedes, McLaren e Ferrari in Ungheria. Tutte le squadre utilizzeranno quindi le gomme definitive dopo il finale di stagione ad Abu Dhabi.

Per quanto riguarda le gomme da bagnato, i test sono fissati per il 15-16 settembre presso il tracciato di Magny-Cours, in Francia.

Luca Colombo

Leggi anche: F1 | GP Spagna: la gara dei campioni del mondo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.