Test Fernando Alonso
Fernando Alonso durante i test - Credit: profilo Twitter Alpine F1

Fernando Alonso ha lavorato duramente nella seconda giornata di test collettivi di F1, presso Sakhir. Lo spagnolo della Alpine ha inanellato 128 giri, chiudendo la giornata in decima posizione con il riscontro cronometrico di 1:32.339.

Tempo migliore ottenuto al mattino

Nonostante la presenza di problemi legati al forte vento e alla “coda” della tempesta di sabbia di ieri, Alonso ha completato un programma articolato su 128 giri. Fernando ha inizialmente montato una griglia di tubi di Pitot sul retro della sua A521.

Per Fernando si tratta dei primi giri con il team, se non si tiene conto dei test di Abu Dhabi a dicembre. Il programma dello spagnolo era probabilmente centrato sull’acclimatarsi con la vettura e le difficili condizioni del tracciato.

La pista e le condizioni meteo sono migliorate nella sessione pomeridiana, quando Fernando ha corso dei long-run. Lo spagnolo ha impiegato durante tutta la giornata mescole di tipo C2 e C3, registrando il miglior tempo durante il mattino. All’ora di pranzo Alonso occupava la seconda posizione, ma a fine giornata è scivolato in decima posizione a 2.050″ dal miglior tempo di Bottas.

Le dichiarazioni

A fine sessione lo spagnolo ha dichiarato: “Oggi abbiamo completato molti giri e seguito il programma che era stato pianificato. Bene, ma ora dobbiamo sederci e analizzare tutto. Il feeling con la macchina andava bene oggi, ma penso che dobbiamo ancora capire un po’ meglio le caratteristiche del nuovo pacchetto aerodinamico. Oggi abbiamo corso con le mescole più dure e domani avremo più giri da fare, quindi tra me ed Esteban cercheremo di raccogliere ancora più dati e mettere a punto il pacchetto complessivo.”

Stando a quanto riportato durante la giornata, Alonso dovrà sottoporsi ad ulteriori interventi alla mandibola (danneggiata durante gli allenamenti quest’inverno), ma questi non avranno luogo prima di fine stagione.

Luca Colombo

Leggi anche: F1 | TEST DAY 2, FERRARI: DEGRADO GOMME, È GIÀ ALLARME?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.