f1-alonso-renault-test-abu-dhabi

La controversa partecipazione di Fernando Alonso ai test post stagionali di Abu Dhabi, riservati ai rookie e ai giovani piloti, è culminata nel miglior tempo dello spagnolo al termine della giornata al volante della Renault.

UN TRAVAGLIATO ANTEFATTO

La sua presenza aveva mandato su tutte le furie i team rivali, ai quali la FIA non ha consentito di schierare piloti già presenti sulla griglia 2020 e ingaggiati per la prossima stagione. Fernando Alonso ha ottenuto il placet dalla Federazione grazie alla prolungata assenza dall’abitacolo di una Formula 1 dopo la conclusione del suo stint con McLaren.

Come annunciato a luglio, il pilota spagnolo si affaccia al suo terzo mandato con Renault. Il tutto a ben 16 anni dalla vittoria del suo primo titolo con il team francese. Con l’obiettivo di riprendere confidenza con le vetture di F1 sia nelle simulazioni di qualifica sia nei long run, la squadra di Enstone ha spinto per riportare Alonso in pista nella prima occasione utile.

Oggi è arrivato tuttavia il momento di abbassare la visiera e lasciarsi alle spalle ogni conflitto. Nella giornata odierna, in quel di Yas Marina, il bicampione del Mondo di Formula 1 si è imposto con un miglior tempo di 1’36”333 con C5, dopo aver completato un totale di di 105 giri per impostare il lavoro in vista del 2021.

L’ENTUSIASMO DI ALONSO

“Mi ha fatto piacere tornare in macchina, soprattutto con il team – ha esordito l’asturiano a fine giornata. Ho testato la macchina del 2018 per prepararmi, ma questa volta è stato più serio e ha riacceso un po’ il mio spirito competitivo”.

E’ stato bello guidare le vetture moderne e vedere cosa possono fare. Stavo seguendo i progressi del team da vicino nel corso del weekend e mi ha fatto piacere vivere direttamente ciò che ho imparato dall’esterno e poi dal cockpit nella giornata di oggi”.

Abbiamo lavorato su aspetti basilari visti durante la preparazione nella factory, come la prova del sedile, la posizione del pedale e tanto altro. Un aspetto che risulta vantaggioso con solo un giorno e mezzo di test invernali a testa l’anno prossimo. Abbiamo completato tante operazioni oggi e andiamo verso Natale e il nuovo anno di buon umore e con tutti i membri del team motivati”.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.