L’ultima giornata di prove in chiave 2020 presso il tracciato di Abu Dhabi si conclude con una Mercedes AMG davanti a tutti, oggi guidata da George Russell, pilota del programma junior Mercedes quest’anno in forza alla Williams. Alle spalle del pilota inglese troviamo la Ferrari di Charles Leclerc, il quale è finito contro le barriere quando mancavano circa due ore al termine dei test, mettendo così la parola fine anzitempo sui programmi odierni degli uomini in rosso.




Nella giornata odierna George Russell ha avuto l’opportunità di guidare l’AMG Mercedes W10, ricevendola dalle mani dei piloti titolari (Hamilton e Bottas) impegnati in un evento organizzato dagli sponsor in Malesia: nonostante un 2019 corso nelle retrovie con una più che deludente Williams, l’inglese ha preso subito confidenza con la più performante vettura anglo-tedesca, issandosi al comando della lista dei tempi con il riscontro cronometrico di 1:37.204, ottenuto nella seconda parte della giornata.

La seconda e ultima giornata di test sullo Yas Marina Circuit è stata nuovamente dedicata al collaudo comparativo delle mescole Pirelli in specifica 2020: le scuderie hanno potuto valutare le prestazioni di queste coperture, in parallelo con le mescole di specifica 2019, così da esprimere entro lunedì un parere all’introduzione dei nuovi composti per la prossima stagione. In un certo senso si tratta già di uno snodo cruciale per il prossimo campionato, perché, nel caso sette scuderie su dieci dovessero votare con parere contrario, nel 2020 si correrà con la specifica 2019.

A circa due ore dal termine delle prove in Curva 14 Charles Leclerc perde la sua Ferrari e va a finire con il posteriore contro le barriere, causando l’esposizione della bandiera rossa: fortunatamente non ci sono conseguenze per il monegasco (che ha guidato la classifica per lunga parte della giornata), ma i danni sulla sua vettura costringono gli uomini del Cavallino Rampante a concludere la sessione anzitempo, con 103 giri coperti in questa giornata sui 130 preventivati.

Per la Ferrari si tratta di una chiusura un po’ amara per il 2019 (del resto in linea con l’andamento del campionato) e che non fa bene dal punto di vista tecnico, visto che si poteva continuare con il test ancora per un paio d’ore; secondo quanto si apprende, il monegasco ha comunque avuto modo di girare con tutti i tipi di mescola di specifica 2020 portati dalla Pirelli e dunque la scuderia di Maranello è in possesso di tutti i dati rilevanti per le proprie elaborazioni.

Per quanto riguarda il lavoro delle altre scuderie, si segnala il buon terzo posto di Lance Stroll, davanti a Pierre Gasly e Carlos Sainz jr. Esteban Ocon ha colto l’occasione per fare ancora più chilometri sulla Renault, finendo davanti ad Alexander Albon, Antonio Giovinazzi, Nicholas Latifi, Pietro Fittipaldi e Roy Nissany, che nella mattinata ha girato con la Williams al posto di Latifi. Questa la tabella dei tempi, con l’indicazione dei giri percorsi:

1 George Russell Mercedes 1’37”204 114
2 Charles Leclerc Ferrari 1’37”401 103
3 Lance Stroll Racing Point 1’37”999 92
4 Pierre Gasly Toro Rosso 1’38”166 106
5 Carlos Sainz Jr. McLaren 1’38”729 75
6 Esteban Ocon Renault 1’38”950 102
7 Alexander Albon Red Bull 1’39”181 96
8 Nicholas Latifi Williams 1’40”188 50
9 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 1’40”246 92
10 Pietro Fittipaldi Haas 1’41”047 102
11 Roy Nissany Williams 1’43”892 38

 

Il prossimo appuntamento con l’azione in pista per la Formula 1 è fissato per il 19 Febbraio 2020 presso il circuito di Catalunya.

Luca Colombo

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.