Test Abu Dhabi Shwartzman
Credit: profilo Twitter Haas F1

L’ultima sessione in pista del 2021 vede una Haas svettare nella lista dei tempi, con Robert Shwartzman in cima alla lista dei tempi della seconda giornata di test ad Abu Dhabi. Il russo capitalizza il vantaggio di essere l’unico young driver della giornata, utilizzando quindi la vettura attuale con gomme da 13″, mentre il resto dei piloti in pista ha girato sulle monoposto in versione mule per le prove dei nuovi pneumatici con cerchio da 18″.

Il secondo giorno di prove ad Abu Dhabi si chiude con il seguente quadro:

Tanti giri e…LED sui copriruota

Robert Shwartzman chiude con il tempo di 1:25.348, mezzo secondo più veloce di Lando Norris, primo tra i piloti con le monoposto adattate. L’inglese copre un totale di 103 giri: valore più basso tra i piloti impegnati nel test, che vede svettare Carlos Sainz jr con 151 tornate.

Le scuderie hanno portato avanti agevolmente i programmi di test: solo due brevi periodi di bandiera rossa hanno “rallentato” la giornata. Vettel, per un problema tecnico, e Fittipaldi, per un testacoda, hanno innescato i periodi di interruzione.

Per quanto riguarda le presenze in pista, segnaliamo i due piloti che hanno disputato entrambe le giornate: George Russell, alla guida della Mercedes, e Guanyu Zhou, per l’Alfa Romeo. Williams assente in pista, mentre oggi finisce formalmente l’impegno in pista di Honda, l’anno prossimo “rimpiazzata” da Red Bull Powertrain.

Con la chiusura dei test di Abu Dhabi il Campionato 2021 di Formula 1 va dunque in archivio. Il 2022 è già alle porte, con una rivoluzione tecnico-regolamentare dagli effetti ancora da scoprire. Si spera che non siano limitati (e ci auguriamo che quella odierna fosse solamente una prova) al display a LED sui copriruota posteriori sfoggiato da qualche scuderia. Appuntamento a Barcellona con le monoposto della prossima stagione, fissato per il 23 Febbraio prossimo venturo.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.