sette camara

Il brasiliano Sergio Sette Camara torna a far parte della famiglia Red Bull e viene nominato pilota di riserva e test driver per la scuderia di Milton Keynes e per AlphaTauri. Dividerà questo ruolo con Sebastien Buemi, impegnato in Formula E e nel WEC.




Durante tutta la stagione 2020, dunque, Sette Camara seguirà entrambi i team Red Bull, ma il suo contributo sarà fondamentale anche al simulatore, in cui dovrà aiutare tecnici e piloti nella definizione delle strategie di gara. Inoltre, sarà coinvolto in diverse occasioni negli eventi denominati Running Show Car Programme, in cui porterà sulle strade delle città le vetture dei due tori.

Il ventunenne brasiliano si è guadagnato la nomina a terzo pilota Red Bull dopo il quarto posto in Formula 2 della scorsa stagione, grazie al quale ha ottenuto i punti necessari per la Super Licenza che dà diritto di guidare in F1. Il suo debutto in monoposto risale al 2014, quando partecipa al Campionato brasiliano di Formula 3, ottenendo il settimo posto finale in classifica. Lo stesso anno lo vede debuttante nella serie europea a Imola.

Nel 2016 entra a far parte dello Young Drivers’ Program della Red Bull, e ottiene il terzo posto nel GP di Macao, che gli consegna un’ottima visibilità. Inoltre, partecipa ai rookie test di Silverstone al volante della Toro Rosso. Per la stagione successiva, venne ingaggiato dal team MP Motorsport in F2, e si mette in mostra grazie a due vittorie nelle gare sprint di Spa e Monza. Ciò però non fu sufficiente per Helmut Marko, che decise di interrompere il supporto al brasiliano.

Il 2018 deve essere l’anno di Sette Camara, passato a Carlin Motorsport, ma le cose vanno diversamente, anche a causa di diversi problemi accusati dal team. La McLaren mette comunque gli occhi su di lui, tanto da metterlo sotto contratto come terzo pilota per il 2019. La terza stagione in F2 con il team DAMS lo vede finire quarto dietro al teammate Latifi, promosso in Williams a fine stagione e a Luca Ghiotto. Per lui quest’anno anche test Indycar e Formula E a Marrakesh.

Interrotta la collaborazione con McLaren, ecco che Sergio viene ripescato da Red Bull in vista di una stagione che potrebbe essere cruciale per il team. “Sono davvero felice di far parte della famiglia Red Bull come Test & Reserve Driver per la stagione di Formula 1 2020, al fianco di Sébastien”, ha dichiarato Sette Camara. “Guardo la F1 da quando avevo cinque anni e sono onorato di avere l’opportunità di lavorare con la Scuderia AlphaTauri e la Aston Martin Red Bull Racing”.

Un altro tassello va al suo posto, dunque, in vista della stagione tra meno di una settimana a Melbourne.

Leggi anche: F1 | TIMO GLOCK CRITICO NEI CONFRONTI DELLA FERRARI

Nicola Saglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.