verstappen
Max Verstappen e Christian Horner nel corso della conferenza FIA (Foto: RedBull ContentPool)

Nella press room del Montmelò è andata in scena l’ultima conferenza stampa FIA di questi test, che ha visto come protagonisti Max Verstappen e il team principal della Red Bull Christian Horner. Sia il pilota olandese, sia il manager inglese non si sono voluti sbilanciare sui reali valori delle forza in campo, pur mostrandosi pienamente soddisfatti delle sessioni fin qui disputate.




Coronavirus, la situazione della Red Bull, la Ferrari e le prestazioni così vicine tra i vari team, sono stati gli argomenti oggetto della chiacchierata andata in scena alla fine della sessione pomeridiana.

A prendere la parola è Max Verstappen a cui viene subito chiesto quali impressioni ha avuto dalla RB16: “La macchina è migliorata sotto ogni punto di vista. Questo è l’obiettivo. Anche Honda ha fatto un passo in avanti ma dobbiamo aspettare Melbourne. Valori in campo? serviranno alcuni GP per leggere i rapporti di forza”.

GP OLANDA E FUTURO

Inevitabili le domande anche sul Gran Premio d’Olanda (in programma a Zandvoort il 3 maggio) e sul suo futuro con il team di Milton Keynes: “E’ fantastico avere un GP in Olanda, ma non voglio fare come Ricciardo in Australia, che ha troppi impegni. Voglio concentrarmi sulla gara e sul risultato anche perché quello è il motivo per cui le persone vengono a vedermi. Futuro? In Red Bull sto bene, non c’è bisogno di cercare un altro sedile“. Sulla lotta con gli avversari: “Non mi importa contro chi devo lottare. Non cambia che si tratti di una macchina rosa, argento o rossa. Lottare con un 6 volte campione del mondo o un rookie è uguale. Io lotto per la vittoria, sono qui per vincere“.

BILANCIO POSITIVO PER HORNER

A prendere la parola è Christian Horner, team principal della Red Bull, che nel tracciare il suo personalissimo bilancio racconta anche del feeling raggiunto con la Honda: “Sono stati test abbastanza positivi, non abbiamo avuto molto tempo per prepararci alla stagione. 6 giorni non sono molti, ma le regole sono uguali rispetto allo scorso anno e il rapporto con Honda ci ha permesso di fare più km. In 3 giorni abbiamo completato il chilometraggio di 3 weekend di gara. Siamo senza dubbio soddisfatti, dal punto di vista dell’affidabilitá Honda è stata molto forte. Credo che i nostri piloti siano molto buoni, come i nostri motoristi; il team è ottimo, e il rapporto con Honda sta migliorando giorno dopo giorno“.

FERRARI E LE PRESTAZIONI VICINE TRA I TEAM

Non si sbottona sugli avversari Horner rispedendo al mittente le insinuazioni sulla Racing Point troppo simile alla Mercedes: “La Ferrari non sembra essere andata benissimo ma non possiamo affidarci a delle sensazioni. La Mercedes ha vinto 6 titoli, non possiamo sapere niente in questo momento. Le prestazioni ravvicinate? Con una continuita regolamentare i progetti convergono e alcuni più di altri. Comunque è positivo per lo sport. La cosa che interessa noi è chiudere il gap con Mercedes“.

CORONAVIRUS

Chiusura su uno degli argomenti che sta tenendo maggiormente banco nel mondo: “Coronavirus? Speriamo tutti che Mercedes non riesca a presentarsi! A parte gli scherzi dobbiamo essere responsabili e capire come muovere molte persone in giro per il mondo. Quello che possiamo fare è seguire le linee guida dei governi locali“.

F1 | Red Bull RB16, analisi tecnica: musetto ricercato e posteriore rastremato

Dal nostro inviato al Montmelò – Vincenzo Buonpane

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.