James Allison e Toto Wolff

Alla fine è arrivata anche l'ultima conferma di un mercato tecnici il cui puzzle è andato delineandosi nel corso degli ultimi mesi. James Allison approda ufficialmente in Mercedes, divenendo operativo a partire dal prossimo 1° Marzo, ovvero la stessa data a partire dalla quale l'ex della scuderia campione del mondo, Paddy Lowe, prenderà posto a Grove, sede della Williams. Il tutto mentre la Ferrari resta a guardare e si ritrova, contrariamente alle scelte fatte dai propri competitors, priva di una figura carismatica di riferimento a livello di progettazione vettura.

La notizia era nell’aria ormai da tempo ma, quando mancano ormai pochissimi giorni al lancio delle vetture ed ai primi test in pista a Barcellona, stamane ha acquisito i crismi dell’ufficialità: James Allison è il nuovo direttore tecnico della Mercedes. Technical Director, come si legge nel comunicato del team di Brackley, ovvero un nuovo ruolo appositamente creato per accogliere l’ex-ferrarista. Già, perchè nel caso di Paddy Lowe, recentemente emigrato in Williams, l’incarico era quello di Executive Director, vale a dire supervisore di tutta l’area tecnica. Piccole sottigliezze che comunque è giusto far notare, nell’ambito di un avvicendamento che rivoluziona il mercato dei tecnici in un inverno indubbiamente “caldo” anche sotto questo punto di vista.

Nel suo nuovo ruolo, Allison riferirà direttamente a Toto Wolff, entrando ufficialmente a far parte dell’organico a partire dal prossimo 1° Marzo: “Sono davvero entusiasta di questa opportunità – ha commentato il 48enne di Lincolnshire – ed è un privilegio entrare a far parte di un team che si è distinto in questa maniera nelle ultime tre stagioni. Non vedo l’ora di poter dare il mio contributo per rendere la Mercedes ancora più forte nelle prossime stagioni”.

Come si ricorderà, Allison era stato protagonista di una rottura piuttosto “traumatica” con la Ferrari avvenuto lo scorso mese di Luglio, dopo una serie di dissidi interni ed in seguito anche alla volontà dell’ingegnere britannico di tornare a lavorare in Patria, dopo la prematura scomparsa della moglie avvenuta quasi un anno fa. Di certo, il suo passaggio alla Mercedes non fa altro che andare a rafforzare un organico già di per sé eccellente, mentre a Maranello per il momento prosegue la strategia “orizzontale” volta a valorizzare i giovani talenti e priva di una figura tecnica di riferimento che, con tutto il rispetto per figure del calibro di Mattia Binotto e Simone Resta, continua a mancare.

Nel frattempo, a Brackley si godono il nuovo acquisto, come sottolineato dalle parole di Toto Wolff: “Sono lieto di dare il benvenuto a James in Mercedes e non vedo l’ora di poter lavorare a stretto contatto con lui. Il nostro staff è estremamente qualificato e non è stato semplice trovare una figura in grado di poter rafforzare il nostro gruppo di ingegneri, sviluppare le potenzialità dei nostri giovani talenti e portare la propria visione personale in questo ruolo: ma credo che James rappresenti esattamente ciò che stavamo cercando”.

La nuova arma della scuderia campione del mondo verrà svelata il prossimo 23 Febbraio, poco prima di partire alla volta di Barcellona: non è pertanto escluso di poter vedere James Allison al muretto box già nel corso della seconda sessione di test in terra catalana, in programma dal 7 al 10 Marzo.

Marco Privitera

 

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.