Con la vittoria ottenuta oggi nel Gran Premio di Spagna, Max Verstappen è diventato il più giovane pilota ad aver vinto una gara ufficiale in Formula 1. Soltanto 18 anni, 7 mesi e 15 giorni per l’olandese, che alla sua 24° gara della carriera (la prima al volante della Red Bull) è riuscito a cogliere un successo capace di entrare nella storia. Andiamo dunque a ripercorrere le tappe della breve carriera del giovane “olandese volante”, dagli inizi in kart fino alla sua prima vittoria.

Max Emilian Verstappen nasce il 30 settembre 1997 a Hasselt (Belgio) figlio di Jos Verstappen, ex pilota di Formula Uno, e di Sophie Kumpen, che ha partecipato a diverse gare di kart. Comincia a correre a quattro anni e mezzo sui kart nei campionati Mini Junior. Nel 2006 vince il campionato Rotax Max Minimax e ottiene il titolo anche nel campionato belga. L’anno successivo vince il campionato olandese e belga Minimax. Nel 2009, Verstappen si unisce al team Pex Racing e conquista il campionato fiammingo di Minimax e il campionato KF5 Belga. L’anno dopo si avvicina al kart internazionale, firmando un contratto con la GRG con cui vince la WSK Euro Series e la WSK World Series, arrivando inoltre secondo nel KF3 World Cup.

L’ascesa di Verstappen continua anche nel 2011, vincendo la WSK Euro Series guidando un Parilla motorizzato CRG, mentre l’anno successivo entra nel programma giovani dell’Intrepid e aggiunge al suo curriculum la vittoria nella WSK Master Series (classe KF2) e nella Winter Cup South Garda nella classe KF2, battendo Antonio Fuoco. Anche nel 2012 continuano ad arrivare buoni risultati, con Verstappen che corre nella SK USA SuperNationals nella classe KZ2, terminando in ventunesima posizione. L’anno dopo vince i campionati europei del KF e KZ, ottenendo la vittoria nel campionato mondiale KZ.

L’11 ottobre 2013 Max Verstappen prova per la prima volta una monoposto, guidando per 160 giri una Barazi-Epsilon del team Manor MP Motorsport di Formula Renault sul circuito di Pembrey. Nel dicembre dello stesso anno, il giovane olandese prova anche una Dallara F311 di Formula 3 gestita da Motopark Academy. Max fa inoltre un altro test con una Formula Renault sul circuito di Jerez, guidando una monoposto messa da disposizione dalla Josef Kaufmann Racing e realizzando dei tempi migliori di Steijn Schothorst e Matt Parry.

Nel 2014 prende parte al campionato europeo di Formula 3, guidando per il team Van Amersfoort Racing: conquista il terzo posto in classifica assoluta, giunge settimo nel Gran Premio di Macao e conquista la vittoria nel Zandvoort Masters. Nel mese di agosto entra a far parte del Red Bull Racing Junior dopo aver testato una Formula Renault e sei giorno dopo la Toro Rosso annuncia che Verstappen sarebbe stato il pilota titolare insieme a Carlo Sainz nel 2015, diventando così il pilota più giovane di sempre a debuttare in Formula Uno. Nel Gran Premio del Giappone 2014 partecipa alle prove libere con la stessa scuderia di Faenza.

Nel 2015 debutta in Formula 1 con la Toro Rosso e riesce a entrare nei punti in 10 gare: il suo miglior risultato è il quarto posto ottenuto sia in Ungheria e negli Stati Uniti. Termina il suo primo anno in Formula in 12° posizione con 49 punti. Quest’anno Max Verstappen ha corso le prime quattro gare con la Toro Rosso, ottenendo punti nelle prime tre gare disputate. Dopo il Gran Premio di Russia, la Red Bull decide di promuovere Max e di fare retrocedere Daniil Kvyat in Toro Rosso. Il resto è storia di oggi.

Questa è la breve carriera di Max Verstappen. Una storia appena agli inizi e già con un importante traguardo raggiunto, in attesa di vedere quali altre pagine sarà in grado di scrivere il fenomeno olandese nel corso della propria carriera.

Chiara Zaffarano

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.