Oramai non è più un mistero la voglia di Liberty Media di modificare i punti cardini della Formula Uno. Dopo l'abolizione delle grid girls e il cambio di orario di inizio dei gran premi europei, posticipato di un'ora e dieci minuti, il colosso americano insieme alla Federazione Internazionale dell'Automobile sta pensando all'abolizione delle bandiere blu, che obbligano i piloti doppiati a lasciarsi sorpassare dai rivali a pieni giri.

Inserita nel regolamento sportivo dalla stagione 1995, la bandiera blu rappresenta uno dei punti fissi delle regole moderna della top class. Con l’eventuale abolizione, il pilota a pieni giri dovrebbe effettuare una vera e propria azione di sorpasso, per sbarazzarsi del collega doppiato prendendo così dei veri e propri rischi. 

A confermare la possibilità di cambiare la suddetta regola è stato Charlie Whiting, Race Director della Formula Uno, in un’intervista rilasciata al magazine francese Auto Hebdo. Anche se lo stesso Whiting precisa che al momento le possibilità di un cambiamento sono al di sotto del 50%. 

Siamo curiosi di sentire il parere dei piloti, proprio nella settimana che porta al Gran Premio di Monaco, dove sorpassare è un vero e proprio miraggio.

Francesco Magaddino 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.