La nuova Williams FW43

Questa mattina a sorpresa la Williams ha rivelato le prime immagini della sua nuova monoposto che parteciperà al mondiale 2020 di F1: la FW43. Apparentemente un grande lavoro di stile per la neonata del team di Grove, con una livrea rinnovata e più aggressiva. La speranza è che quest’ultimo aggettivo si adatti anche alle prestazioni della monoposto dopo il disastroso 2019.




Ad ogni modo la nuova vettura non presenta grandissimi stravolgimenti rispetto alla FW42, essendo comunque una sua evoluzione, ma del lavoro è stato fatto, con la rastremazione delle pance che risalta subito all’occhio.

Claire Williams ha dichiarato: “Quest’anno segna un nuovo inizio per la squadra. Abbiamo trascorso del tempo ad analizzare le nostre aree di debolezza e ci siamo assicurati di disporre delle persone, delle strutture, delle procedure e delle risorse giuste per fornire auto da corsa competitive. Siamo tutti impegnati a ricostruire Williams e riportare la squadra alla competitività. In quanto tale, la nostra campagna 2020 riguarda i progressi. Lo spirito combattivo è ancora molto vivo e quest’anno tutti continueranno a combattere fino a quando non torneremo dove vogliamo essere”.

Il direttore del design, Doug McKiernan, ha commentato: “Il team della fabbrica ha lavorato sodo per lo sviluppo dell’auto per la stagione 2020. Abbiamo prestato particolare attenzione alla comprensione delle aree problematiche della FW42 e abbiamo scelto con cura le parti della vettura da sviluppare, quelle da assicurarci il massimo delle prestazioni per le risorse che abbiamo. Il concetto principale alla base della FW43 è che si tratta di uno sviluppo continuo della FW42, senza modifiche al concetto fondamentale del layout. L’indicatore più importante che siamo sulla strada giusta sarà il livello di correlazione che abbiamo tra il kit di strumenti che usiamo per progettare l’auto e ciò che ci dicono i dati della pista”.

“C’è stato un sano tasso di sviluppo nella galleria del vento e abbiamo riscontrato miglioramenti ragionevoli nell’efficienza di raffreddamento. Il team ha affrontato i problemi meccanici che lo hanno interessato nel 2019, tra cui i freni e il peso complessivo della vettura. Abbiamo fatto buoni progressi in queste aree e continueremo a focalizzarci su di loro durante la stagione”.

Il capo ingegnere, Adam Carter, ha aggiunto: “Le iniziative che mettiamo in atto per guidare le prestazioni in tutte le discipline all’interno del dipartimento di ingegneria sono evidenti nella progettazione e nello sviluppo dell’FW43. È stato bello vedere che il duro lavoro ha iniziato a dare i propri frutti”.

“La decisione di conservare parte dell’architettura di base dell’FW42 significa che sono state investite meno risorse nello sviluppo di nuovi concetti, che a sua volta ha premiato il team di progettazione con una maggiore larghezza di banda per ottimizzare il proprio lavoro, evidente sia nel packaging che nei dettagli dei componenti. Conservando alcuni parametri chiave, abbiamo seguito un programma di sviluppo ininterrotto all’interno del reparto di aerodinamica al fine di massimizzare l’efficienza delle risorse. Mentre ci dirigiamo verso i test pre-stagionali e poi verso il mondiale, la misura più importante sarà il progresso rispetto ai nostri pari, insieme alla nostra intenzione di continuare il nostro recente record di affidabilità”.

“Entro questa settimana vedremo il nostro ritmo sul giro singolo, il nostro ritmo a lungo termine e il feedback dei piloti per capire dove siamo e cosa faremo dopo. Abbiamo uomini, sia in pista che di ritorno a Grove, che approfondiranno tutti gli aspetti che definiscono quel tempo sul giro durante i test pre-stagionali per assicurarci di essere nel miglior posto possibile prima della prima gara in Australia.”

Intanto mancano solo due giorni all’inizio dei primi test pre-stagionali. Lì inizieremo a vedere se la Williams ha effettivamente compiuto progressi.

Leggi anche: F1 | SCUDERIA ALPHATAURI: CHE SHOW PER LA NUOVA AT01!

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.