L’idea era nell’aria già da un po’ ed è diventata sempre più insistente quando Nicholas Tombazis ha preso il comando dell’area tecnica della commissione monoposto voluta dalla FIA: dal prossimo anno le monoposto di Formula 1 avranno un’aerodinamica più semplificata per agevolare le manovre di sorpasso. Il pacchetto di norme, atte a semplificare gli alettoni ed i condotti dei freni, sono state ratificate l’ultimo giorno utile per la delibera a maggioranza scongiurando, così, il vincolo dell’unanimità.

In seguito alle lamentele degli stessi piloti, in Bahrain, si era svolta una riunione tra FIA e Liberty Media in cui si era chiesto di effettuare uno studio su eventuali correttivi da apportare alle monoposto per agevolare i sorpassi. La FIA, nel presentare le modifiche, ha emesso un comunicato in cui si può leggere: “Dopo un intenso periodo di ricerca sulle proposte iniziali fatte dalla FIA, la F1 Commission e il Consiglio Mondiale hanno approvato una serie di normative atte a migliorare le manovre di sorpasso nel 2019”.

In parole povere le aree interessate saranno gli alettoni anteriori che presenteranno un andamento più semplificato e con meno flap rendendo, così, la monoposto meno sensibile in scia oltre a generare meno carico sull’asse anteriore; nella stessa direzione andrà l’abolizione di profili aerodinamici intorno alle prese dei freni mentre l’alettone posteriore avrà un profilo principale con un’altezza ed una corda diversa in modo da essere meno sensibile alle scie (perdendo meno carico aerodinamico sull’asse posteriore) e rendere più efficace il DRS.
Oltre a queste migliorie, la FIA, in attesa del nuovo regolamento per il 2021, sta valutando altre modifiche da apportare per agevolare le manovre corpo a corpo facilitando ulteriormente le manovre di sorpasso.

Con una mossa secca ed energica, anche se pare approvata solo da Mercedes, Williams e Force India, FIA e Liberty Media hanno introdotto un pacchetto che ha il doppio scopo di rendere le gare più avvincenti e combattute oltre che ridurre sensibilmente i costi di componenti complicati e molto delicati come gli alettoni anteriori.

Michele Montesano

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.