La Scuderia Ferrari pronta per il via del Mondiale 2020

La Ferrari sarà presente al via del Mondiale in Austria con un pensiero d’incoraggiamento dedicato ad Alex Zanardi. Il Cavallino ha infatti deciso di apporre sulle proprie vetture gli sticker #ForzaAlex, i quali saranno visibili su entrambi i lati del roll-bar. Un messaggio di supporto doveroso nei confronti del campione bolognese, da quasi due settimane ricoverato in prognosi riservata dopo il grave incidente in handbike.

CINQUE TRIONFI IN AUSTRIA

Al tempo stesso, il Cavallino si prepara ad affrontare quella che sarà l’edizione numero 33 nella storia del Gran Premio d’Austria, che per la prima volta si accinge ad aprire il Mondiale di Formula 1. La scuderia di Maranello ha già conquistato il successo in questo appuntamento in cinque occasioni, imponendosi per la prima volta con Lorenzo Bandini nel 1964 e nell’ultima con Michael Schumacher nel 2003.

A quasi quattro mesi di distanza dalla conclusione dei test di Barcellona, il team principal Mattia Binotto e i due piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc attendono con impazienza di potersi cimentare in una sfida che costituirà la prima occasione di confronto diretto con la concorrenza.

I PILOTI

Sebastian Vettel: “Non è un mistero che siamo tutti estremamente desiderosi di tornare in pista perché ormai è davvero tanto che siamo fermi. All’inizio abbiamo fatto tesoro della pausa, dal momento che di solito siamo sempre in giro per il mondo e abbiamo poco tempo per le nostre famiglie e per gli amici, ma è giunta l’ora di tornare in pista.

Sono pronto a dare il massimo, anche se non sarà lo stesso senza i tifosi a sostenerci. La pista austriaca è come una giostra che gira velocissima, ma a me piace molto, anche perché si gareggia in altura e io amo la montagna.

Dobbiamo essere realisti pensando a quelli che sono i valori in campo espressi dai test, ma non per questo partiamo sconfitti. Sarà particolare anche il fatto di disputare due gare di fila qui: questo significa che la settimana seguente avremo moltissimi dati in più sui quali fare affidamento. Il primo weekend sarà chiave in funzione del secondo”.

Charles Leclerc: “Il circuito austriaco è molto bello, con tanti cambi di pendenza ed è bello ripartire proprio da lì, anche se non potremo contare sul sostegno dei nostri tifosi. In questo lungo periodo di lockdown ho alternato la preparazione atletica con le sfide virtuali al volante del mio simulatore divertendomi insieme ad altri piloti e, credo, facendo divertire chi ci ha seguito da casa. 

La scorsa settimana al Mugello abbiamo ripreso confidenza con una vettura di Formula 1. Devo dire che è stato estremamente piacevole rimettersi al volante di una macchina reale.
La gara dell’Austria dell’anno scorso per me è stata un eye-opener perché mi ha fatto capire quanto potevo essere aggressivo in macchina e questo mi ha permesso di vivere duelli molto intensi nella seconda parte della stagione. Non vedo l’ora di calarmi nell’abitacolo della mia SF1000″.

I TEST AL MUGELLO

La squadra è tornata in pista la scorsa settimana, seppur con la vettura del 2018, in occasione del test al Mugello nel quale sono state provate le procedure anti Covid-19 che saranno impiegate in Austria. Tanto Vettel quanto Leclerc hanno percorso una distanza simile a quella di un Gran Premio, riprendendo confidenza con l’abitacolo e la squadra.

A Maranello si è invece continuato a lavorare sul pacchetto di evoluzione della SF1000 che sarà introdotto nelle prossime settimane. Parte della squadra è già giunta a Spielberg lunedì, mentre il resto giungerà in Stiria nella giornata di oggi.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.