La lotta per decidere chi sarà il nuovo compagno di Lance Stroll in Williams l’anno prossimo entra sempre più nel vivo. Sul circuito dell’Hungaroring, infatti, nei giorni scorsi sono scesi in pista Paul Di Resta e Robert Kubica, che in sessioni separate hanno guidato la FW36, ovvero la vettura del team di Grove del 2014. In lizza per il sedile della Williams però non ci sono soltanto l’attuale terzo pilota della scuderia e l’ex-pilota Renault, ma anche Felipe Massa, in cerca di rinnovo, e Pascal Wehrlein.

Così come era già avvenuto per il test del polacco effettuato la settimana scorsa a Silverstone, la Williams anche questa volta non ha rilasciato nessun dato ufficiale riguardanti le giornate di prova, se non qualche vaga dichiarazione: “lavoro produttivo” per Kubica e “giornata impegnativa” per Di Resta. L’unica cosa certa è che per entrambi i piloti questi test rappresentano l’occasione di rimettersi in gioco nella massima serie automobilistica dopo un periodo d’assenza.

Robert Kubica, prima di mettersi al volante della FW36, aveva anche avuto modo di provare la Renault RS17 di quest’anno proprio a Budapest, in occasione dei test estivi, sperando magari in un ingaggio da parte della squadra francese. Con il recente accordo raggiunto con Carlos Sainz, però, questa ipotesi è tramontata, portando così il polacco a cercare di prendersi il sedile di Felipe Massa.

D’altro canto, anche Paul Di Resta ha già avuto modo di testare una nuova vettura del 2017, sempre all’Hungaroring, correndo il GP di Ungheria al posto di Massa. Il pilota scozzese, inoltre, sarà al via della 24H di Daytona con la Ligier del team United Autosports.

Non sarà di certo una decisione semplice da parte della Williams, che nei prossimi mesi dovrà decidere se affiancare a Stroll un pilota di esperienza che gli possa fare anche da “insegnante”, oppure puntare su un altro giovane alfiere del calibro di Pascal Wehrlein.

Carlo Luciani

 

{jcomments on}

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.