f1 2023
Credits: F1.com

La stagione di F1 non è ancora iniziata, ma già circolano le prime voci di mercato in ottica 2023. Ben nove piloti infatti sono in scadenza di contratto, il che fa pensare che potremmo assistere ad una vera e propria rivoluzione al termine della stagione. Andiamo a vedere, nel nostro punto sul mercato, chi rinnoverà e chi invece rischia di perdere il sedile già dal prossimo anno.

VERSTAPPEN

Il nome più altisonante tra quelli in scadenza è sicuramente quello di Max Verstappen. L’olandese della Red Bull infatti vedrà scadere il suo contratto con la Scuderia di Milton Keynes alla fine del 2022. Cosa farà quindi il neo Campione del Mondo? Sicuramente è ancora presto per dirlo, ma le ipotesi più probabili potrebbero essere due. La prima, quella più clamorosa vedrebbe il passaggio di Max in Mercedes. Si perché Verstappen, come già dichiarato quest’anno, in caso di vittoria del secondo titolo potrebbe non avere più stimoli a continuare la sua avventura in F1 nel 2023 con Red Bull decidendo così di cambiare aria. Tutto questo ovviamente se Lewis Hamilton dovesse ritirarsi, perché difficilmente Mercedes lascerà andare via Russell dopo soltanto una stagione. La seconda ipotesi, quella più probabile, vede invece il rinnovo dell’olandese con Red Bull almeno fino al 2025, periodo in cui dovrebbero entrare nuovi costruttori se le nuove regole sulle power-unit andranno in porto.

PEREZ

Un altro nome caldo del mercato piloti F1 2023 è quello di Sergio Perez, anche lui in scadenza con il team austriaco. Per il messicano la situazione è molto diversa rispetto a Verstappen, in quanto le probabilità di una sua partenza sono molto alte. Il messicano nella stagione appena trascorsa (a parte l’exploit di Baku) ha fondamentalmente deluso, e nonostante abbia aiutato Max nella sua battaglia con Hamilton non è riuscito con i suoi punti a strappare il titolo costruttori alla Mercedes. Da Perez ci si aspettava qualche vittoria in più, e vista la sua non più giovane età è molto probabile che Helmut Marko punti su di un pilota più affamato da affiancare a Verstappen. In cima alla lista c’è sempre Pierre Gasly.

SAINZ

Carlos Sainz è un altro di quei piloti il cui contratto scadrà alla fine di questa stagione. La sua situazione l’abbiamo analizzata nel dettaglio in uno speciale che vi invitiamo a leggere, ma andiamo comunque a fare un riassunto. Sainz si è guadagnato il rinnovo a suon di buone prestazioni ottenendo anche il consenso popolare, quindi difficilmente in Ferrari si lasceranno scappare lo spagnolo se i risultati continueranno ad essere questi. La soluzione più probabile è che Sainz rinnovi prima dell’inizio del campionato, in modo da non mettere troppa pressione su di lui e sulla squadra in una stagione in cui la Ferrari è chiamata al riscatto. Qualora la trattativa non dovesse andare in porto (magari con l’inserimento di Mick Schumacher…) Carlos potrebbe pensare di lasciare il team di Maranello, valutando un clamoroso ritorno in Red Bull.

RICCIARDO

L’avventura di Daniel Ricciardo in McLaren finora non può certo dirsi esaltante. Per il “Tasso di Perth” a parte la vittoria di Monza, è stata una stagione con più bassi che alti ed in cui il confronto con il giovane e talentuoso Norris lo ha messo in difficoltà. Il buon Daniel ha dalla sua la necessità di doversi adattare ad una macchina più ostica rispetto a quanto era abituato, ma i suoi risultati dovranno essere migliori per guadagnarsi il rinnovo. E’ abbastanza ovvio che in McLaren punteranno tutto su Norris cercando di tenere il giovane inglese il più possibile, e Ricciardo dovrà darsi da fare se vorrà restare in McLaren anche nel 2023. Altrimenti, il team di Woking potrebbe essere intenzionato ad ingaggiare un altro giovane talento. Qualcuno ha già sentito parlare di Pato O’Ward?

ALONSO

Per Fernando Alonso invece la situazione è diversa da tutte le altre. E’ vero che l’asturiano è in scadenza, ma molto dipenderà dalla sua volontà a questo punto della sua carriera in F1. Alonso ha ormai un età in cui competere con piloti più giovani diventa tutta una questione di motivazione. Se Fernando avrà voglia e vorrà continuare, allora siamo sicuri che Alpine lo confermerà per un altra stagione, mentre in caso contrario è già pronto il campione F2 Oscar Piastri. Molto dipenderà anche dai risultati della squadra transalpina in questo 2022 in cui le nuove regole potrebbero rimescolare le carte e ridare ad Alonso un’ennesima nuova “giovinezza”.

VETTEL

La situazione di Sebastian Vettel è molto simile a quella di Alonso. Il pilota tedesco, già quattro volte Campione del Mondo, è ormai agli sgoccioli della sua carriera e potrebbe decidere di non continuare in F1 anche nel 2023. Seb ha dato tutto al Circus in questi anni di carriera e solo una ritrovata competitività dell’Aston Martin potrebbe convincerlo a proseguire la sua avventura nel Circus. In caso contrario, siamo sicuri che Vettel si dedicherà ad altro, lasciando libero il sedile ad un pilota dal curriculum importante oppure ad una giovane promessa da affiancare all’intoccabile Stroll.

GASLY

Un altro dei nomi caldi in scadenza alla fine di questo 2022 è quello di Pierre Gasly. Il giovane talento francese, dopo una breve parentesi in Red Bull, è ormai da anni parcheggiato all’Alpha Tauri e siamo sicuri che questa potrebbe essere la sua ultima stagione nella squadra faentina. Per Gasly le possibilità sono principalmente due. La prima è una promozione in Red Bull al fianco o al posto di Verstappen. Oppure per lui potrebbero aprirsi le porte di Mercedes, in caso di ritiro di Hamilton. Un’altra opzione per Gasly potrebbe essere Alpine, che non ha mai fatto mistero di volere una coppia di piloti francese.

TSUNODA

Il futuro di Yuki Tsunoda dipende molto da sé stesso e dalle sue prestazioni in questa stagione. Il pilota giapponese si è messo in mostra di certo non per i risultati in pista ma per la sua esuberanza soprattutto durante i team radio, spesso molto coloriti e…vietati ai minori. Tsunoda dovrà dimostrare a suon di punti di meritare la fiducia di Helmut Marko, per per ambire almeno ad un’altra stagione in Alpha Tauri. In caso contrario, crediamo che per il giovane giapponese le porte della F1 nel 2023 potrebbero chiudersi definitivamente.

LATIFI

Chiudiamo il nostro punto sul mercato piloti F1 2023 con Nicholas Latifi. Il pilota canadese, oltre ad essere il grande protagonista del finale di stagione ad Abu Dhabi, ha vissuto due stagioni altalenanti in Williams. E’ vero che ha portato la scuderia britannica 7 punti in questo 2022, ma il confronto con George Russell lo ha visto spesso sconfitto. La sua permanenza in Williams è dettata soprattutto dall’apporto economico e dalle sponsorizzazioni alle spalle, ma potrebbe non bastare per mantenere il sedile in F1 anche nel 2023, anno in cui potrebbero arrivare nuovi finanziatori in Williams.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.