Adrenalina che sale in Texas, dove un nuovo atto della sfida iridata tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel promette di regalare spettacolo. Sul circuito di Austin, i due contendenti scatteranno dalla prima fila, all'indomani della pole numero 72 del britannico al quale ha fatto seguito il colpo di reni nel finale del ferrarista, capace di mettersi alle spalle Bottas e Ricciardo. In griglia fioccano le penalità, anche se l'attenzione è tutta puntata sul duo di testa: seguite con noi il Gran Premio, giro dopo giro, attraverso la nostra cronaca web, mentre dalle 20:50 scatterà il commento in diretta su Radio LiveGP affidato a Piero Ladisa, Francesco Magaddino e Vincenzo Buonpane. Buon divertimento...a stelle e strisce!

La classifica finale del Gran Premio degli Stati Uniti: la Mercedes conquista un nuovo titolo costruttori e Lewis Hamilton è a un passo dal suo quarto titolo.

austin race final

L’ennesimo colpo di scena arriva nel post-gara: Verstappen subisce una penalità di 5″ per aver tagliato la pista durante la manovra di sorpasso su Raikkonen. Il finlandese dunque sale sul terzo gradino del podio, accompagnando Vettel e il vincitore Hamilton. La Mercedes è per la quarta volta consecutiva campione del mondo costruttori.

Bandiera a scacchi. Hamilton in trionfo solitario, mentre Verstappen s’inventa un superbo sorpasso all’ultimo giro su Raikkonen che gli vale il terzo posto alle spalle di Vettel.

Giro 52. Raikkonen cede la seconda piazza a Vettel, mentre poco dopo Verstappen si prende (non senza una sportellata) la quarta piazza ai danni di Bottas.

Giro 51. Splendido attacco di Vettel su Bottas, con il tedesco che sorprende il rivale all’esterno di curva 1.

Giro 49. Gran duello tra Ocon e Sainz per la sesta piazza, mentre Ericsson subisce una penalità di 5″ per il contatto precedente con Magnussen.

Giro 47. Brivido in fase di doppiaggio per Vettel, con Ericsson che spedisce in testacoda Magnussen e Verstappen costretto ad evitare entrambi.

Giro 42. Dopo una lunga fase di studio, Raikkonen sferra un deciso attacco nei confronti di Bottas e si prende la seconda posizione.

Giro 40. Finale tutto da seguire: Raikkonen segue da vicino Bottas, mentre dietro viaggiano a gran ritmo Vettel e Verstappen su gomma Supersoft.

Giro 39. Rientra anche Vettel! La Ferrari “copia” la scelta Red Bull montando le Supersoft e rispedendo il tedesco in pista subito davanti a Verstappen.

Giro 38. Mossa a sorpresa in casa Red Bull, con Verstappen che rientra ai box montando le Supersoft

Giro 35. Situazione sempre più interessante nelle posizioni di testa, con Vettel ormai ripreso da Bottas, a sua volta insidiato da vicino da Raikkonen. E dietro sta arrivando Verstappen…

Giro 34. Gran sorpasso di Sainz nei confronti di Perez: lo spagnolo sale in settima piazza in un’ottima gara di debutto sulla Renault.

Giro 32. Bel quartetto tra la sesta e la nona piazza, con Ocon che precede Perez, Sainz e Kvyat.

Giro 27. 1:38.523 per Verstappen che stampa il giro record e si porta a 8″ da Raikkonen. Davanti 4″ tra Hamilton e Vettel.

Giro 25. Alonso costretto al ritiro, mentre Verstappen effettua il pit montando gomma Soft.

Giro 23. Hamilton si porta all’attacco di Verstappen e si riprende la testa, non senza un tentativo di difesa da parte dell’olandese.

Giro 21. Verstappen non si è ancora fermato ed è il leader della gara davanti a Hamilton, Vettel, Bottas, Raikkonen, Massa e Ocon.

Giro 20. Rientra Hamilton! Gomma Soft per il britannico che rientra proprio davanti a Vettel, mantenendo la posizione.

Giro 19. Hamilton rimane in pista, mentre Bottas rientra montando anch’egli la Soft.

Giro 18. Vettel rientra con un ritmo indiavolato e in mezzo giro mangia due secondi a Hamilton, che prosegue in pista.

Giro 17. Vettel rientra ai box e monta le gomme Soft per arrivare in fondo

Giro 16. Problemi per Ricciardo! L’australiano è costretto a parcheggiare a bordo pista: problemi alla Power Unit.

Giro 14. Ricciardo con gomme nuove scavalca Sainz e si mette a caccia di Alonso per la settima piazza.

Giro 12. Ricciardo è in evidente crisi di gomme, con Raikkonen che tenta l’attacco per la quarta piazza: l’australiano rientra ai box per il primo pit stop montando le Supersoft.

Giro 10. Dopo essere scattato dalle retrovie, Verstappen sta rimontando con un gran ritmo su gomma Supersoft: l’olandese scavalca Ocon e si porta in sesta piazza.

Giro 8. Hamilton tenta la fuga rifilando sei decimi a Vettel e portando il suo margine a oltre 2″.

Giro 6. Hamilton sfrutta la scia di Vettel nel lungo rettifilo e infila senza diritto di replica il ferrarista. Il tedesco tenta di rifarsi sotto nel T3 ma deve accontentarsi di inseguire il leader del campionato.

Giro 5. Hamilton si porta a ridosso di Vettel siglando il record, mentre Raikkonen inizia a puntare il duo Bottas-Ricciardo.

Giro 4. Staccatona a ruote fumanti di Ricciardo in curva 1 su Bottas, ma il finlandese si riprende subito dopo la terza piazza. Ritiro per Nico Hulkenberg.

Giro 3. Vettel mantiene 1″1 su Hamilton, mentre Raikkonen scavalca Ocon nel T3.

Giro 1. Vettel chiude al comando mentre dietro va in scana uno splendido duello tra Bottas e Ricciardo per la terza piazza. A seguire Ocon che ha scavalcato Raikkonen, quindi Alonso, Sainz, Massa e Perez.

Pronti via! Grande scatto di Vettel che brucia Hamilton prendendosi la prima posizione

Inizia il giro di formazione: tra qualche istante il via del round numero 17 del Mondiale.

Questa la griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti: da segnalare la penalità dell’ultim’ora inflitta a Vandoorne, il quale scatterà dal fondo dopo il cambio della Power Unit.

griglia austin

Grande spettacolo sulla griglia di Austin! Inno nazionale da brividi, introduzione in grande stile per i piloti e presenza di guest star, tra cui Usain Bolt e Bill Clinton. Rischio di pioggia pari a zero dopo le precipitazioni della mattinata: 24° la temperatura dell’aria, 35° quella dell’asfalto,

 

Marco Privitera

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.