hamilton turchia fp1
Photo Credit: Mercedes-AMG Petronas F1 Team Twitter

Anche nella seconda sessione di prove libere del GP di Turchia a comandare è stato Lewis Hamilton. Il pilota britannico, che dovrà scontare 10 posizioni di penalità per aver sostituito il motore a combustione interna, ha ottenuto così il miglior tempo in entrambe le sessioni del venerdì.

LECLERC SFIDA HAMILTON

Tempi ridotti rispetto al turno mattutino, con i primi due classificati scesi al di sotto di 1:23. Oltre al campione del mondo in carica, anche Charles Leclerc ha fatto segnare 1:23.970, risultando più lento del leader della classifica di soli 166 millesimi.

Mercedes particolarmente in forma sul tracciato turco, con Valtteri Bottas terzo, staccato però di 4 decimi dal suo compagno di squadra. Il finlandese è risultato comunque più veloce delle due Red Bull, date inizialmente per favorite.

Quarto posto per Sergio Perez, a sorpresa più veloce del suo compagno di box Max Verstappen. La sopresa in negativo di questa giornata è stata proprio l’olandese, lontano ben 6 decimi dal suo sfidante per il titolo. Il pilota Red Bull, ha accusato problemi di bilanciamento della monoposto ed ha chiuso soltanto quinto. Poco più staccato invece Lando Norris, sesto con la sua McLaren.

A seguire Fernando Alonso, settimo davanti al suo compagno di squadra Esteban Ocon. Nono invece Pierre Gasly, protagonista di un testacoda ad inizio sessione, condizionata da un vento incessante.

A chiudere la top ten Antonio Giovinazzi, che ha realizzato un ottimo tempo, davanti al giapponese Yuki Tsunoda, primo dei piloti ad oltre un secondo dalla vetta. Dodicesimo l’altro ferrarista Carlos Sainz, che non ha cercato il tempo di qualifica dovendo scattare dal fondo per via della penalità per sostituzione della power unit.

Delude invece l’Aston Martin, soltanto tredicesima con Lance Stroll e sedicesima con Sebastian Vettel. Nel mezzo Daniel Ricciardo e Kimi Raikkonen. Ultime posizioni occupate dalle due Williams, rispettivamente da Nicholas Latifi e George Russell, e dalle Haas Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

Immagine

LEGGI ANCHE:

F1 | GP Turchia, FP1: Hamilton leader ma cambia Power Unit!

Carlo Luciani

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.