Hamilton

Lewis Hamilton ha ottenuto la pole position del Gran Premio di Toscana, la 95° in carriera. Sulle colline del Mugello, l’inglese ha battuto per pochi millesimi il team mate Bottas. Quinto Charles Leclerc grazie anche ad una bandiera gialla sul finale della sessione.

Hamilton ha fatto segnare il tempo record di 1:15.144 nel primo tentativo della Q3, rifilando subito quei pochi millesimi a Bottas che alla fine sono stati fondamentali. Tutte le sessioni di qualifica sono state dominate dall’inglese, mentre Bottas si è sempre messo dietro al team mate; sfortunato il finnico per la bandiera gialla nel finale.

Terzo tempo per Max Verstappen sulla Red Bull, che ha chiuso a più di 3 decimi da Hamilton. L’olandese ha dato comunque il meglio di sè: poco da fare contro un pilota e una vettura del genere. La scuderia di Milton Keynes occuperà domani la seconda fila, grazie anche al quarto posto di Alex Albon, più vicino al team mate rispetto alle ultime uscite.

La sorpresa di giornata è sicuramente il quinto posto di Charles Leclerc. Il monegasco ha estratto il meglio dalla sua SF1000 (e forse anche di più). E’ stato sicuramente anche aiutato dalla bandiera gialla nel finale per l’uscita di Ocon, ma il suo l’ha fatto. Vettel, invece, non è riuscito a qualificarsi per il Q3, chiudendo solo 14° in netta difficoltà.

Sesto Sergio Perez, che però in griglia dovrà cedere la posizione al team mate Stroll a causa della penalità ricevuta durante le FP1. Ottavo ha chiuso un ottimo Daniel Ricciardo sulla Renault, mentre Ocon partirà dalla decima piazza, dopo esser finito in testacoda all’uscita della Poggio Secco durante il suo tentativo in Q3.

Tra le due Renault si è piazzato Carlos Sainz su McLaren, bravo anche ad eliminare dal Q3 il compagno di squadra Norris, 11°. Dodicesimo ha chiuso Kvyat dopo un’uscita da brividi alla Savelli. Il suo team mate Gasly, invece, vincitore a Monza, non è riuscito a qualificarsi per il Q2, chiudendo 16°.

Tredicesima posizione per Kimi Raikkonen, bravo a stare davanti anche alla Ferrari di Vettel. Da segnalare il numero di George Russell, che alla Savelli è uscito largo tenendo però giù il piede e andando a far siglare un tempo migliore di quello del team mate Latifi.

La gara di domani sarà sicuramente entusiasmante, su una pista incredibile come il Mugello. Tutte le info e gli aggiornamenti live su www.livegp.it

144L. HamiltonMercedes1’15″144
277V. BottasMercedes1’15″203
333M. VerstappenRed Bull1’15″546
423A. AlbonRed Bull1’15″954
516C. LeclercFerrari1’16″270
611S. PerezRacing Point1’16″311
718L. StrollRacing Point1’16″356
83D. RicciardoRenault1’16″543
955C. SainzMcLaren1’17″870
1031E. OconRenault
114L. NorrisMcLaren1’16″640
1226D. KvyatAlphaTauri1’16″854
137K. RaikkonenAlfa Romeo1’16″854
145S. VettelFerrari1’16″858
158R. GrosjeanHaas1’17″254
1610P. GaslyAlphaTauri1’17″125
1799A. GiovinazziAlfa Romeo1’17″220
1863G. RussellWilliams1’17″232
196N. LatifiWilliams1’17″320
2020K. MagnussenHaas1’17″348

Nicola Saglia   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.