GP di Singapore, tutto pronto a Marina Bay. Credits: F1 Official website
GP di Singapore, tutto pronto a Marina Bay. Credits: F1 Official website

Dopo due anni di assenza a causa della pandemia, torna in calendario il Gran Premio di Singapore, nella splendida cornice del Marina Bay Street Circuit. La gara notturna del Sud-Est asiatico segna così il ritorno della Formula 1 in quella fetta di mondo, e dà il via al rush finale, composto da sei gare, della bellissima stagione 2022. I favoriti per il trionfo finale, inutile dirlo, sono sempre Verstappen e le Ferrari, ma attenzione alle eventuali sorprese in arrivo su un tracciato simile.

Progettato dall’architetto Hermann Tilke, il circuito su cui si disputerà la tredicesima edizione del GP di Singapore ricalca in buona parte le caratteristiche dei classici cittadini. Molto tortuoso, con vie di fuga pressoché inesistenti, si snoda intorno ai grattaceli della città asiatica senza offrire grandi possibilità di sorpasso, nonostante la presenza di alcuni rettifili in cui si raggiungono velocità elevate. Il tracciato regala alcuni passaggi alquanto spettacolari almeno dal punto di vista scenografico, come il passaggio sul ponte del porto o quello sotto la tribuna del campo da calcio galleggiante. Una curiosità: l’impianto di illuminazione è fornito interamente da una ditta italiana.

Nella sua pur breve storia, Singapore ha visto accadere diversi episodi che spesso hanno deciso le sorti del Mondiale. Addirittura già dal primo anno, quando la Renault “pilotò” Nelsinho Piquet a muro per far vincere Alonso (il famoso Crashgate) mentre Massa ripartiva dai box con il tubo del rifornimento attaccato, regalando punti che poi si sarebbero rivelati preziosi a Hamilton. Come dimenticare poi lo schianto in partenza del 2017, con le due Ferrari a compiere un folle harakiri stringendo Max Verstappen in uno storico start sotto la pioggia.

Il tracciato

Il rettilineo di partenza si chiude con una violenta staccata per affrontare le prime tre curve del tracciato: da 315 km/h si passa ai 155 km/h necessari per affrontare la prima sinistra-destra, per poi scalare fino alla seconda marcia per il secco tornante di curva 3. Breve allungo e l’insidiosa curva 5 verso destra immette sulla prima zona DRS, un lungo rettilineo diviso in due da una velocissima piega verso destra, che rappresenta la più nitida occasione di sorpasso. Altra violenta staccata e si arriva in curva 7, una secca piega a 90° verso destra: attenzione all’uscita, in passato i commissari sono stati molto severi con chi non ha rispettato i track limits.

Le due curve successive sono senza storia, fino alla sezione situata sotto la Corte di Giustizia; qui, nelle prime edizioni era posizionata una chicane che causava moltissime uscite di pista. Negli ultimi anni è stata sostituita da curva 10, una lunga sinistrorsa da 155 km/h che fa da preludio alla Chicane del ponte e al successivo tornante. Il rettifilo seguente porta alla fine del secondo settore e il successivo è una serie infinita di curve fino al traguardo.

Curva 14 è una secca destrorsa da 100 km/h, mentre la chicane della 16 e 17 immette nel tratto sotto la tribuna dello stadio di calcio. Tra la 18 e la 19 si passa sotto la tribuna a velocità molto ridotta; la chicane successiva porta i piloti a sfiorare il muro di destra e immette sulle ultime due sinistrorse del tracciato, entrambe molto veloci. Qui è necessario fare attenzione all’ingresso della corsia box all’interno, situato in posizione pericolosa, mentre in uscita occorre sfruttare tutto il cordolo per scaricare a terra tutti i cavalli.

ANNO DI COSTRUZIONE: 2008

LUNGHEZZA: 5.063 km

CURVE: 23

GIRI: 61

DISTANZA DI GARA: 308.706 km

Gli orari del GP di Singapore in TV e sul web

Venerdì 30 settembre

PL1: 12.00-13.00 diretta Sky Sport F1 HD / Cronaca web su Livegp.it

PL2: 15.00-16.00 diretta Sky Sport F1 HD / Cronaca web su Livegp.it

Sabato 1 ottobre

PL3: 12.00-13.00 diretta Sky Sport F1 HD/ Cronaca web su Livegp.it

Q: 15.00-16.00 diretta Sky Sport F1 HD/ Differita TV8 ore 18.30/ Cronaca web su Livegp.it

Domenica 2 ottobre

Gran Premio: 14.00-16.00 diretta Sky Sport F1 HD/ Differita TV8 ore 18.30/ Cronaca web su Livegp.it

Orari GP Singapore su Radio Live GP

Sabato 1 ottobre

Diretta qualifiche dalle 14.45

Domenica 2 ottobre

Diretta gara dalle 13.45

Nicola Saglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.