Lando Norris, poleman in Russia copyright: Batchelor / XPB Images
Lando Norris poleman in Russia copyright: Batchelor / XPB Images

Una giornata memorabile per Lando Norris, che ha fatto segnare la pole position del Gran Premio di Russia. Dietro di lui bravissimo Carlos Sainz, mentre terzo si è piazzato George Russell. Brutto Q3 di Hamilton, che ha sbagliato tanto e si è fermato in quarta posizione. Una prima fila inedita quella di domani; ultimo Max Verstappen, che non ha girato per risparmiare chilometri alla sua power unit.

Lando vendica Spa, ma che bravo Sainz!

Norris ha confermato quanto di buono fatto vedere in Belgio sul bagnato, prima dell’errore all’Eau Rouge. Al momento di cambiare le intermedie e montare le slick, McLaren e Williams sono stati i team più veloci nel prendere una decisione, consentendo ai propri piloti di effettuare due giri di riscaldamento che si sono rivelati decisivi nel finale.

Un ultimo giro da urlo quello di Lando, che ha fatto fermare il cronometro su un 1:41.993 imprendibile per tutti gli altri. Bravo Norris, ma un plauso va anche al team che ha colto l’opportunità al meglio; quinto Ricciardo, a conferma del buonissimo lavoro svolto dalla McLaren in termini di strategia. Una conferma importante dopo la doppietta di Monza.

Seconda posizione per Carlos Sainz, a cinque decimi da un Norris in stato di grazia. Il pilota di Madrid ha ancora una volta estratto il massimo (e forse qualcosina in più) dalla sua Ferrari, sfruttando al massimo le condizioni della pista in continuo mutamento. Solo 15° Leclerc, che però non ha girato nel Q2, risparmiando gomme per la gara di domani, dovendo comunque partire dal fondo.

Terzo tempo per George Russell, che si conferma a suo agio con la Williams in queste condizioni. L’inglese ormai non è più una sorpresa, come non lo è il miglioramento effettuato dal team di Grove in questa stagione. Bene anche le Alpine, con Alonso sesto e Ocon decimo; ottavo Stroll, altro piede pesante in situazioni come quelle di oggi.

Top team assenti, Hamilton nervoso

Sembrava una prima fila Mercedes già scritta, ma il team di Brackley ha pasticciato non poco. In realtà, è stato proprio il suo esponente di spicco, Lewis Hamilton, ad essere tutt’altro che impeccabile. Al momento del pit stop, infatti, ha sbattuto l’anteriore contro il pit wall, danneggiando la vettura e costringendo i meccanici a sostituire il muso.

In questo modo, l’inglese si è mangiato la possibilità di effettuare i due giri di warm up che gli avrebbero consentito di giocarsi le proprie chance. Nel giro con gomme morbide, poi, si è anche girato nel settore finale, quando però il tempo era già lontano dai primi. Settimo Valtteri Bottas, su una pista che lo aveva sempre visto protagonista.

Giornata difficile anche per Sergio Perez; il messicano della Red Bull, chiamato a dare il massimo, non è mai sembrato avere il ritmo per stare con i primi, è sembrato in pesante difficoltà durante tutta la sessione. Il nono posto finale è lo specchio di un rendimento non certo all’altezza delle aspettative, soprattutto nel giorno in cui Verstappen resta fermo per non avere problemi nella gara di domani.

La nuova generazione alla carica dunque; Norris, Sainz e Russell hanno mostrato quanto possano essere competitivi. Hamilton e la Mercedes dovranno domani ritrovarsi, e cercare la vittoria per tornare in vetta alla classifica.

Nr Pilota         Team           --Q1--    --Q2--    --Q3--   Gap
 1 L. Norris	  McLaren	1'47"238  1'45"827  1'41"993
 2 C. Sainz	  Ferrari 	1'47"924  1'46"521  1'42"510 +0"517
 3 G. Russell     Williams	1'50"603  1'46"435  1'42"983 +0"990
 4 L. Hamilton	  Mercedes	1'45"992  1'43"129  1'44"050 +2"057
 5 D. Ricciardo   McLaren       1'48"345  1'46"361  1'44"156 +2"163 
 6 F. Alonso      Alpine   	1'47"877  1'45"514  1'44"204 +2"211
 7 V. Bottas	  Mercedes	1'46"396  1'45"506  1'44"710 +2"717
 8 L. Stroll      Aston Martin  1'48"322  1'46"360  1'44"956 +2"963
 9 S. Perez       Red Bull	1'46"455  1'45"834  1'45"337 +3"344
10 E. Ocon        Alpine   	1'48"099  1'46"070  1'45"865 +3"872
-------------------------------------------------------------------------
11 S. Vettel	  Aston Martin  1'47"205  1'46"573
12 P. Gasly	  AlphaTauri	1'47"828  1'46"641
13 Y. Tsunoda     AlphaTauri	1'49"166  1'46"751
14 N. Latifi      Williams      1'48"252  - -- --- (*)
15 C. Leclerc	  Ferrari	1'48"470  - -- --- (*)
--------------------------------------------------------      	
16 M. Schumacher  Haas  	1'50"876
17 K. Raikkonen   Alfa Romeo	1'51"536
18 A. Giovinazzi  Alfa Romeo	1'53"343
19 M. Verstappen  Red Bull	1'54"181 (*)
20 N. Mazepin     Haas	        - -- ---

Nicola Saglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.