GP RUSSIA F1/2019 - VENERDÌ 27/09/2019 credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Inizia bene il week-end del GP di Russia per la Ferrari. Sul tracciato di Sochi è Charles Leclerc a comandare nella classifica dei tempi della prima sessione di prove libere. Buona quindi la prestazione del monegasco, seguito da Max Verstappen e Sebastian Vettel. Più attardate invece le Mercedes, che si sono concentrati però sul lavoro con gomme medie.




Soltanto 82 millesimi a dividere i primi due classificati, con Vettel invece staccato di mezzo secondo rispetto al miglior riferimento. Inseguono per il momento le due Mercedes, che hanno però ottenuto i loro migliori tempi cronometrati utilizzando non la gomma soft, ma la gomma medium: 736 millesimi separano Bottas da Leclerc, mentre sono 949 quelli di Hamilton rispetto al ferrarista. Da segnalare anche che il finlandese ha accusato un problema al DRS.

Ancora nessun confronto alla pari tra Ferrari e Mercedes, ma stando ai dati forniti dalla Pirelli il divario tra la mescola morbida e la media è di circa mezzo secondo. Difficile dire però se questo gap sarà confermato o no nella seconda sessione di prove libere.

Sesto tempo per Alex Albon, seguito dai due piloti Renault, con Nico Hulkenberg davanti a Daniel Ricciardo. L’australiano si è reso protagonista anche di un incidente nel giro di rientro al termine della sessione, andando a rompere l’ala posteriore.

In top ten anche Sergio Perez, nono, e Romain Grosjean, decimo. In difficoltà le McLaren, con Carlos Sainz undicesimo e Lando Norris in sedicesima posizione, in mezzo alle due Alfa Romeo di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

Week-end tutto in salita per il pilota di casa Daniil Kvyat, che domenica scatterà sicuramente dall’ultima casella per via della sostituzione di numerose componenti sulla sua Toro Rosso e che ha terminato il turno dopo circa 30 minuti per un problema tecnico.

Alle 14 la seconda sessione di prove libere.

Immagine

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.