Credits: Red Bull Racing Honda

E’ Max Verstappen a battezzare l’esordio assoluto della Formula 1 in Qatar, segnando la miglior prestazione nel primo turno di prove libere. Il pilota Red Bull ha preceduto il compagno di marca Pierre Gasly e il duo Mercedes. Si tratta solo delle prime battute, con riferimenti cronometrici destinati a scendere già dalla prossima sessione, quando sul circuito di Losail si accenderanno i riflettori.

Apprezzi il lavoro di LiveGP.it? Sentiti libero di offrirci un caffè! ☕

VERSTAPPEN E’ L’UNICO A SCENDERE SOTTO L’1:24, MERCEDES IN AGGUATO MA DISTANTI

Max Verstappen subito al comando dopo la prima sessione di libere in Qatar. L’olandese ha segnato come miglior riferimento un 1:23.723, circa 2 secondi più lento del tempo qualifica stimato in apertura di questo weekend. Seconda prestazione per l’AlphaTauri di Pierre Gasly, a confermare la forma del team di Faenza in questo finale di stagione; ottimo turno anche per Yuki Tsunoda, quinto al termine della sessione.

NELLA FESTA DELLA FAMIGLIA RED BULL SI INSERISCONO LE FERRARI

Il focus è però rivolto, ovviamente, sulla lotta Red Bull – Mercedes. Sul giro secco Verstappen rifila quasi mezzo secondo alla prima Mercedes, ma solo la seconda sessione ci darà riferimenti più chiari. Qualche problema tecnico per Lewis Hamilton, che non ha comunque compromesso il lavoro della monoposto numero 44. Più in difficoltà la Red Bull di Sergio Perez, settimo a 1.2 secondi dal compagno di squadra. Si inseriscono nella morsa dei piloti della famiglia Red Bull le Ferrari di Carlos Sainz e Charles Leclerc, rispettivamente in sesta e settima posizione.

QUANTI PROBLEMI!

Chiudono la top ten l’Alpine di Esteban Ocon e la McLaren di Lando Norris, unici tra i primi dieci ad avere segnato il loro miglior tempo con gomma media. Per il pilota McLaren anche qualche problema tecnico, che ha rallentato il lavoro nella fase centrale del turno. Una pista che sotto questo punto di vista sembra particolarmente probante: oltre ai problemi già evidenziati occorsi a Hamilton e Norris l’Aston Martin di Lance Stroll ha accusato anomalie al cambio.

Daniel Ricciardo chiude la sessione in undicesima posizione, davanti a Sebastian Vettel e un pimpante Nicholas Latifi. Il duo Alfa Romeo segue in quattordicesima e quindicesima posizione davanti all’Alpine di Fernando Alonso. Sul fondo dello schieramento, oltre all’incerottata Aston Martin di Lance Stroll le Haas di Mick Schumacher e Nikita Mazepin. Alle 15 il via alla seconda sessione di prove libere.

Samuele Fassino

Leggi anche: F1 | DOPO GIOVINAZZI, QUANDO UN ITALIANO NEL CIRCUS?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.