Monaco FP2 Ferrari
Charles Leclerc chiude in prima posizione le FP2 a Monaco (Credit: profilo Twitter Ferrari)

La sessione di FP2 del GP di Monaco si chiude sotto bandiera rossa e con un risultato che rallegrerà il giovedì per i tifosi della Ferrari. Leclerc, infatti, prende la prima posizione nella tabella dei tempi, davanti al compagno di squadra Sainz jr.

Gomme morbide

Durante la mattinata buona parte dei piloti non ha utilizzato le gomme morbide, che hanno fatto la loro apparizione nella seconda parte delle FP2. Traffico, poco grip innescato delle gomme ed errori caratterizzano la seconda sessione di prove.

Intorno al giro di boa delle prove Hamilton comanda con il tempo di 1:12.569, ottenuto con gomme a mescola media. Bottas ha bisogno di passare alle gomme a spalla rossa per avvicinare il compagno di squadra e, nel giro successivo, superarlo fermando i cronometri sul tempo di 1:12.107. Da lì in poi comincia l’abbattimento delle prestazioni cronometriche.

Errori

Gli errori a Montecarlo sono più evidenti che su altri tracciati, con i piloti impegnati in controlli millimetrici nelle anguste strade del Principato. Un po’ tutti pagano pegno: Hamilton, ad esempio rovina un potenziale giro veloce alla Chicane del Porto. Poca roba in confronto a Tsunoda che va a sfiorare un po’ troppo i muri a bordo pista, finendo anzitempo la sessione. Ancora peggio per Mick Schumacher, che perde il controllo del posteriore presso Massenet, va a colpire le barriere e provoca l’esposizione della bandiera rossa che chiude le prove anzitempo.

Ferrari davanti a tutti

Le Rosse di Maranello durante le FP1, problemi per Leclerc a parte, avevano offerto una buona prova. Nel pomeriggio Leclerc e Sainz jr chiudono la sessione nei primi due posti, mostrando una discreta prestazione con la gomma rossa. C’è da sottolineare che Leclerc nelle prime battute delle FP2 ha lamentato qualche problema di usura sulle coperture posteriori, mentre Sainz jr ha sempre fatto capolino nelle prime posizioni.

Potremmo azzardare che la Ferrari possa prendere parte alla partita dei “grandi” a Montecarlo, anche se va sottolineato come Hamilton (terzo a circa quattro decimi da Leclerc) abbia focalizzato l’impegno sull’estensione dell’impiego della gomma, piuttosto che sul giro singolo. Anche Verstappen sembra essersi tenuto sornionamente fuori dalla corsa verso le prime posizioni. Le qualifiche di sabato daranno meglio il polso della situazione sulle reali ambizioni della Ferrari.

Tabella dei tempi

Luca Colombo

Leggi anche: F1 | GP Monaco, FP1: Perez davanti a Sainz, problemi per Leclerc

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.