Rettilineo Hermanos Rodriguez
Rettilineo Hermanos Rodriguez

Il GP del Messico è alle porte, e la coppia della Mercedes con Bottas davanti a Hamilton sarà la prima ad affrontare il lunghissimo rettilineo di partenza. Potremmo assistere a un gioco delle coppie, con Mercedes e Red Bull che andranno a sfruttare la retta al via in maniera aggressiva.

La nuova PU di Bottas 

Su un circuito ad altitudini inusuali, con aria rarefatta che metterà a dura prova le power units, non è soltanto una questione di abilità al volante. Chi è avvantaggiato dal punto di vista del propulsore è senza dubbio Valtteri Bottas: il pole sitter di oggi ha una ICE più nuova rispetto ai suoi avversari, e questo lo agevolerà non poco.

Occhio anche al gioco di scie, molto importanti un una fase concitata come la partenza: tutte e 20 le vetture sono molto vicine sullo schieramento, e c’è oltre 1 km da percorrere prima di arrivare alla prima curva. Nelle prime quattro posizioni ci sono due coppie di vetture, e la lotta per il titolo sarà più accesa che mai.

Red Bull, tori scatenati dalla seconda fila

Le Mercedes potrebbero giostrarsi bene la partenza se non concedono troppo alle Red Bull, subito dietro. L’incognita Bottas potrebbe aiutare Hamilton ma allo steso tempo anche penalizzarlo, grazie al nuovo motore a combustione interna. D’altro canto Verstappen e Perez saranno entrambi agguerriti, con l’idolo di casa che vorrà fare bella figura davanti al suo pubblico e l’olandese che potrebbe addirittura ipotecare il titolo.

Lo stesso Max, intervistato al termine della qualifica, si è lasciato andare ad un commento: “Meglio partire terzo che secondo su questa pista!”. Sicuramente, lui è il suo team mate saranno da tenere d’occhio al via; entrambi, infatti, non si tireranno certo indietro in caso di bagarre alla prima staccata.

Sarà una gara combattuta, e la partenza sarà più che mai determinante non solo per l’esito del GP, ma per certi versi anche per l’intero mondiale.

Beppe Dammacco

LEGGI ANCHE: GP MESSICO, QUALIFICHE: BOTTAS, POLE INCREDIBILE PER LA MERCEDES!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.