Valtteri Bottas, poleman in Messico. Credits: Mercedes F1 Official Website
Valtteri Bottas, poleman in Messico. Credits: Mercedes F1 Official Website

Alla fine di una lunghissima sessione di qualifica del GP del Messico, è Valtteri Bottas a prendersi in maniera totalmente inaspettata la pole position. Il finlandese ha preceduto sul traguardo il team mate Hamilton e Max Verstappen. Da segnalare il botto in Q1 di Lance Stroll, che all’uscita dell’ultima curva ha sbattuto con la sua Aston Martin, provocando una lunga bandiera rossa per sistemare le barriere.

Uno-due Mercedes totalmente inaspettato

Il tempo di Bottas, fatto segnare nell’ultimo passaggio, è stratosferico: 1:15.875. E pensare che il finlandese non ha potuto usufruire di nessuna scia, concessa invece al suo team mate, secondo a 145 millesimi. Una doppietta impensabile fino all’inizio del Q3, perché la Mercedes, e Hamilton soprattutto, non sono mai sembrate in grado di attaccare i rivali per la pole.

Nel finale però, i ragazzi di Brackley hanno tirato fuori il meglio, andando a far segnare le migliori prestazioni già nel primo tentativo lanciato. Terza posizione per Max Verstappen a tre decimi, che domani potrà così partire dal lato pulito della pista e usufruire della scia di Bottas. Certamente, però, l’olandese non si aspettava questo risultato; la pole, o comunque la prima fila, sembravano essere ampiamente alla sua portata.

Quarta piazza per l’idolo locale Sergio Perez, tradito nell’ultimo tentativo da Yuki Tsunoda, che nella parte più guidata della pista si è portato fuori, provocando una bandiera gialla che ha distratto il messicano e il team mate. Una manovra che lascia perplessi, soprattutto se si pensa che il giapponese fa parte della stessa famiglia Red Bull. Quinto tempo per Pierre Gasly, mentre settimo ha chiuso Daniel Ricciardo, il più veloce nel primo settore.

Ferrari non perfette nel finale

La prestazione delle due Ferrari è sembrata sicuramente positiva, anche se il risultato finale non è certamente quello che tutti a Maranello si erano prefissati. Sesto tempo per Carlos Sainz, che nel Q1 ha subito un bello spavento, con la sua power unit temporaneamente ammutolita in uscita dalla pit lane.

Solo ottavo invece ha terminato Charles Leclerc, che nel finale non ha trovato il guizzo giusto per portare la sua Ferrari nelle posizioni che meritava per quanto espresso in pista fino a quel momento. Chiudono la top ten Tsunoda e Norris, che però domani partiranno dal fondo dello schieramento a causa delle penalità per la sostituzione delle PU sulle rispettive vetture.

A partire a ridosso dei primi saranno Vettel e Raikkonen, i primi due esclusi dal Q3. Da segnalare il testacoda di Antonio Giovinazzi al termine del Q2, con l’Alfa Romeo del pilota italiano che è andata ad appoggiarsi alle barriere esterne nell’ingresso della sezione dello stadio.

Al termine delle qualifiche, un visibilmente deluso Verstappen ha dichiarato: “Meglio terzo che secondo!”. Sicuramente la scia che potrà sfruttare l’olandese non sarà indifferente domani in partenza, ma la pole di Bottas resta una sorpresa assoluta. Staremo a vedere cosa succederà domani in partenza, quello che è sicuro è che ci sarà da divertirsi!

Nr Pilota         Team           --Q1--    --Q2--    --Q3--   Gap
 1 V. Bottas	  Mercedes	1'16"727  1'16"864  1'15"875
 2 L. Hamilton	  Mercedes	1'17"207  1'16"474  1'16"020 +0"145
 3 M. Verstappen  Red Bull	1'16"788  1'16"483  1'16"225 +0"350
 4 S. Perez       Red Bull	1'17"003  1'17"055  1'16"342 +0"467
 5 P. Gasly	  AlphaTauri	1'16"908  1'16"955  1'16"456 +0"581
 6 C. Sainz	  Ferrari 	1'17"517  1'17"248  1'16"761 +0"886
 7 D. Ricciardo   McLaren       1'17"719  1'17"092  1'16"763 +0"888  
 8 C. Leclerc	  Ferrari	1'16"748  1'17"034  1'16"837 +0"962
 9 Y. Tsunoda     AlphaTauri	1'17"330  1'16"701  1'17"158 +1"283  (*)
10 L. Norris	  McLaren	1'17"569  1'17"473  1'36"830 +20"955 (*)
------------------------------------------------------------------------- 
11 S. Vettel	  Aston Martin  1'17"502  1'17"746 
12 K. Raikkonen   Alfa Romeo	1'17"606  1'17"958
13 G. Russell     Williams	1'17"958  1'18"172 (**)
14 A. Giovinazzi  Alfa Romeo	1'17"897  1'18"290
15 E. Ocon        Alpine   	1'18"126  1'18"405 (*)
--------------------------------------------------------      	
16 F. Alonso      Alpine   	1'18"452
17 N. Latifi      Williams      1'18"756
18 M. Schumacher  Haas  	1'18"858
19 N. Mazepin     Haas	        1'19"303
20 L. Stroll      Aston Martin  1'20"873

Nicola Saglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.