f1-perez-gp-messico-red-bull
Credits: @F1 su Twitter

Non è riuscito nell’impresa di superare Lewis Hamilton nel finale, ma Sergio Perez arriva a condividere i riflettori con il vincitore Max Verstappen. Il 31enne di Guadalajara sale quindi sul podio del GP del Messico per la prima volta, diventando inoltre il primo messicano leader della gara di casa.

F1ESTA DA RECORD

È una festa senza fine quella di Sergio Perez all’Hermanos Rodriguez, davanti alla sua gente e dopo la cancellazione dell’edizione 2020 a causa della pandemia. Il pilota messicano non ha centrato l’obiettivo del secondo posto, ma non ha nulla da rimproverarsi, avendo lottato con il coltello fra i denti fino all’ultimo giro per avvicinarsi il più possibile a Hamilton e tentare di insidiarlo.

Perez taglia il traguardo a poco più di un secondo dal sette volte Campione, dovendosi quindi accontentare del terzo posto che, al proprio gran premio di casa, diventa motivo di una gioia incontrollabile. Oltre ad aver ottenuto il primo podio in Messico e il quindicesimo in Formula 1, il pilota Red Bull ha potuto aggiungere un ulteriore record al proprio palmarès. È infatti diventato, seppur per pochi giri in attesa di effettuare il pit stop, il primo messicano al comando del proprio Gran Premio di casa.

TERZO POSTO NEL MONDIALE: UN’IMPRESA POSSIBILE?

“Ovviamente avrei voluto fare di meglio, oggi volevo arrivare secondo per il team. Ho voluto dare tutto per il pubblico, riuscivo persino a sentire i tifosi quando passavo qui!” ha dichiarato a caldo.

La prestazione di oggi è valsa a Perez il titolo di Driver of the Day, ancora una volta a podio dopo il terzo posto in Turchia e ad Austin. Il messicano mette dunque nel mirino il terzo posto in classifica, dove si trova ora a quota 165 punti, a -20 da Valtteri Bottas. Colmare tale gap, guardando alla seconda metà di stagione in crescita, risulta un obiettivo alla portata del pilota, che sicuramente affronterà le prossime tappe con un’iniezione di fiducia e sicurezza.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.