Credit: @Scuderia Ferrari Press Office

Non sarà certo una gara destinata ad entrare nella memoria collettiva dei tifosi Ferrari, quella andata in scena in Messico sul tracciato intitolato ai fratelli Rodriguez. Ma, se non altro, il quinto ed il sesto posto finale ottenuti da Charles Leclerc e Carlos Sainz regalano punti preziosi alla scuderia di Maranello, soprattutto nel confronto con McLaren per il terzo posto Costruttori.

TERZO POSTO GRAZIE AL FLOP MCLAREN

Non era certo l’obiettivo auspicato alla vigilia, quello di finire con le vetture ad un giro di distacco dal vincitore. La gara della Ferrari in Messico può essere comunque vista con il bicchiere mezzo pieno, grazie ai punti guadagnati nei confronti della McLaren in classifica, ora staccata di 13,5 punti e relegata al quarto posto. Ma le prestazioni messe in mostra dalla SF21 nel week-end messicano sono state tutt’altro che positive: oltre alle inavvicinabili Red Bull e Mercedes, anche l’Alpha Tauri di Gasly è apparsa imprendibile. Al punto da tentare la disperata carta dello “switch”, quando a Leclerc è arrivato l’ordine di lasciare passare il compagno di scuderia, in quel momento più veloce.

Posizione poi ceduta nuovamente dallo spagnolo al monegasco, quest’ultimo apparso in evidente crisi di gomme nel finale, una volta assodato che la quarta posizione era ormai un obiettivo impossibile. L’unica nota positiva, come detto, riguarda la disastrosa prestazione della McLaren, la quale ha racimolato un misero punticino con Norris. La battaglia per il terzo posto nel Costruttori è più che mai aperta, anche se ci si attende che la monoposto di Woking possa rappresentare un osso ben più duro nei quattro appuntamenti in programma da qui alla fine del Mondiale.

BINOTTO: “UN FINE SETTIMANA COMPLICATO”

“Abbiamo vissuto un week-end difficile – ha sottolineato Mattia Binotto a fine gara – ma rimane la nota positiva del 3° posto conquistato nei Costruttori. Abbiamo provato a prendere Gasly ma era impossibile: purtroppo Charles ha sofferto di graining all’anteriore sinistra, dunque a quel punto abbiamo tentato di invertire le posizioni. Una volta visto che l’obiettivo non era alla nostra portata, abbiamo chiesto a Carlos di cedere il passo. Ma adesso guardiamo con fiducia alle ultime quattro gare, visto che nelle ultime tre siamo sempre stati davanti alle McLaren”.

“Facevamo molta fatica con le Hard – ha sottolineato Leclerc – mentre con le Medium il passo è stato buono. La velocità di Galsy è stata per noi oggi una brutta sorpresa, abbiamo provato ad invertire le posizioni ma senza risultato”. Un pizzico di rammarico anche per Sainz: “Stavo provando a prendere Gasly, ma era ormai molto difficile. Per quanto mi riguarda, sono stato molto veloce per tutto il week-end. Ma la battaglia per il terzo posto è comunque apertissima”. Dopo la scialba prova della Ferrari in Messico, il prossimo atto sarà tra una settimana a Interlagos. In attesa che nel 2022 possa realmente arrivare la tanto sospirata svolta.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.