f1 emilia romagna

La F1 a distanza di sei mesi torna in Emilia Romagna, e più precisamente a Imola. Il circuito sulle rive del Santerno evoca sempre forti emozioni, sia fra i tifosi e gli addetti ai lavori, ma soprattutto ai piloti. Infatti è ancora vivo il ricordo di quel tragico 1° Maggio 1994, che segnò per sempre il Circus. Il Giovedì però, come di consuetudine, è l’occasione per dare spazio ai piloti che, nella conferenza stampa, hanno raccontato le loro sensazioni ed i loro obiettivi del weekend.

Ferrari

Non si poteva non partire dal team di Maranello che, sul circuito intitolato alla memoria di Enzo e Dino Ferrari, giocherà in casa. Charles Leclerc si è presentato ad Imola entusiasta e determinato: “Correre qui da pilota Ferrari è davvero speciale. Questa macchina è un deciso passo in avanti rispetto a quella del 2020, ma ancora non siamo nelle posizioni volute. Non sappiamo cosa aspettarci, nelle curve medio-veloci non siamo andati bene a Sakhir e qui ce ne sono diverse. E’ una pista dove il pilota può fare la differenza, mi piace molto, è vecchio stile e non c’è tanto margine d’errore. Dobbiamo continuare a lavorare sodo, l’obiettivo di quest’anno è quello di essere subito dietro Mercedes e Red Bull.”

Dello stesso parere Carlos Sainz, alla prima gara italiana in rosso: “Correre in Italia per un pilota della Ferrari è sempre emozionante, mi mancherà il pubblico, ma l’atmosfera è comunque speciale. In queste due settimane abbiamo analizzato la gara di Sakhir, è stata positiva: ho spinto tanto e, aver fatto i test lì, mi ha aiutato molto. Da Charles ho imparato la gestione della macchina. Ma in generale sono molto sorpreso di come siamo andati nel Q1 e nel Q2. Tuttavia c’è ancora tanto lavoro da fare e tanto da imparare”. 

Red Bull

Il team anglo austrico è il vero sconfitto del Bahrain, con Max Verstappen che finora non è mai salito a podio in un GP di F1 italiano: “In generale è stato un week-end positivo a Sakhir, anche se siamo consapevoli che l’opportunità è stata sprecata. Dispiace non aver vinto, ma adesso ci concentriamo sulle prossime gare, dove sono certo avremo la possibilità di fare ancora meglio. Conosciamo il nostro potenziale e qui a Imola possiamo riscattarci. Personalmente avrei aggiunto una seconda zona DRS dopo l’uscita della chicane. E’ difficile uscire dall’ultima curva vicino alla vettura davanti e penso che l’allungamento della zona non ci darà alcun aiuto.”

Dal canto suo Sergio Perez non vede l’ora di scendere in pista: “In Bahrain siamo stati vicini al ritiro nel giro di ricognizione, il quinto posto finale è sicuramente positivo. Con la squadra abbiamo esaminato i dati e sappiamo in che aree migliorare. Non vedo l’ora di correre qui ad Imola e di fare un altro passo in avanti in termini di feeling con la RB16B. Verstappen è il mio riferimento in termini di performance e non voglio allontanarmi da lui”.

Mercedes

Che piaccia o no in F1 è sempre la Mercedes il riferimento e, con ogni probabilità, lo sarà anche in Emilia Romagna. Lewis Hamilton si dice entusiasta di questo primo scorcio di campionato: “la Red Bull ha iniziato davvero bene. Hanno a disposizione un gran pacchetto e Verstappen guida alla grande. Sarà una bella battaglia anche se siamo solo alla seconda gara. Lavoreremo come abbiamo sempre fatto negli scorsi anni. Posso dire, però, che vivere una sfida simile è emozionante e faremo di tutto per vincerla”.

Alfa Romeo Racing

Gara di casa per il nostro unico portacolori Antonio Giovinazzi: “Sono felice del feeling con la macchina e con il team. Abbiamo visto il potenziale già nei test ed è stato confermato in gara: siamo molto vicini ai nostri avversari, soprattutto ad Alpine e Haas. Spero di ripetermi qui a Imola e fare un’altra bella qualifica. Mancherà la gente sugli spalti, ma è bello essere qui“.

Haas

Tuffo al cuore per la F1: dopo ben quindici anni riecheggerà a Imola il cognome Schumacher. Mick, dopo il suo debutto nella massima serie avvenuto in Bahrain, si è detto fiducioso: “Ci presentiamo ad Imola forti dei dati raccolti a Sakhir e con diversi chilometri d’esperienza in più sulla monoposto. Il comportamento delle gomme è stata la cosa più complicata da capire, ma tutto sommato sono soddisfatto dei passi in avanti che abbiamo compiuto. In vista di Imola mi sento positivo e ritengo di essere molto più a mio agio con la monoposto e con le gomme. Gareggeremo per ottenere il massimo possibile”.

Alpine

Altro nome altisonante della F1 che torna a Imola dal 2006 è Fernando Alonso“Per me è speciale tornare qui. Imola è uno di quei posti pieni di storia e tradizione. A tutti mancano i tifosi, cercheremo di far divertire chi ci guarderà da casa. Non è mai bello finire primi davanti ad una Rossa in Italia, ma ho un bellissimo ricordo del 2005. La stagione 2021 è una continuazione del 2020, tuttavia dobbiamo ancora capire a fondo le varie aree della vettura. Siamo a centro gruppo dove 3-4 decimi fanno la differenza”.

Aston Martin

Prima gara in Italia dopo la chiusura del capitolo Ferrari per Sebastian Vettel chiamato al riscatto dopo un primo Gran Premio non esaltante: “Per noi il Bahrain non è stato un buon weekend, tuttavia siamo riusciti a capire un po’ di più la macchina e cosa c’è da fare. Noi al momento siamo lontani dal podio. A proposito non sapevo si bevesse il Ferrari, io le ho solo guidate, mai bevute!”

Restate sintonizzati sulle pagine di LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul GP dell’Emilia Romagna di F1, che ricordiamo scatterà Domenica 18 Aprile alle 15.

Michele Montesano

Leggi anche: F1 | INTERVISTA A STEFANO DOMENICALI: “NO AI FINE SETTIMANA SU DUE GIORNI”

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.