GP Eifel Bottas pole

Il meteo concede una tregua in quel del Nurburgring per il GP dell’Eifel di Formula 1 e, con una sola sessione di prove libere alle spalle, in qualifica Bottas regola la concorrenza, cogliendo la pole position. Con i primi tre posti spartiti tra i soliti Bottas, Hamilton e Verstappen, troviamo uno strepitoso Leclerc, che porta la Ferrari al quarto posto in griglia.

Q1: Hulkenberg al posto di Stroll

La sessione di qualifica si apre con un cambio pilota in casa Racing Point: Hulkenberg prende il posto di Stroll, malato e definito “non al 100%” dalla scuderia.

Le Q1 vedono una pista ancora da gommare che premia Verstappen con il tempo di 1:26.319. Dietro l’olandese la classifica è cortissima, visto che il distacco con l’ultimo classificato, Hulkenberg, è al di sotto dei due secondi.

Il tedesco della Racing Point fa quello che può, prendendo in mano una monoposto non preparata per lui, e chiude la lista degli eliminati (Grosjean, Russell, Latifi, Raikkonen e, appunto, Hulkenberg), regolati da un colpo di reni di Giovinazzi, che trova i venti millesimi necessari per passare la manche.

Q2: Vettel undicesimo

Nella prima parte della seconda manche di qualifica, i piloti cercano di giocare la carta strategica per la gara di domani, girando con gomma media. I primi tempi cronometrati con questa gomma vedono le Mercedes davanti e le Ferrari pagare nove decimi.

Verstappen però spariglia le carte girando subito con le soft, segnando il miglior tempo in 1:25.720 e settando lo standard per quali siano le mescole da impiegare. Alla fine della sessione Hamilton detiene il miglior tempo, in 1:25.390, seguito da Verstappen e Bottas. Tutti i piloti impegnati in Q2 ottengono i tempi registrati su gomma morbida.

Vettel, Gasly, Kvyat, Giovinazzi e Magnussen vengono estromessi dalla manche finale, dove i primi dieci sono compresi in meno di un secondo.

Q3: pole per Bottas, miracolo Leclerc

Alla luce verde della Q3, si capisce che la battaglia per i primi tre posti sarà limitata ai “soliti” tre: Hamilton, Bottas e Verstappen. Al primo tentativo l’olandese regola Bottas e Hamilton con il tempo di 1:25.744, ma il gap sul duo Mercedes non è neanche di un decimo.

Nel secondo tentativo, quello decisivo, Bottas segna il giro record in 1:25.269, staccando di 269 centesimi il compagno di squadra Hamilton e di poco meno di tre decimi Verstappen. Alle loro spalle, con un gap di 0.766, troviamo Leclerc, di pochissimo davanti alla Red Bull di Albon.

La prestazione odierna vede il dominio da parte dei soliti noti, con la Ferrari in debole ripresa, capace di artigliare il quarto posto in griglia. Domani è un altro giorno e il meteo potrebbe mischiare ulteriormente le carte in tavola.

Leggi anche: F1 | GP EIFEL, FP3: BOTTAS LEADER DAVANTI A HAMILTON

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.