f1 brasile ferrari
Credits: Scuderia Ferrari

E’ stato un GP del Brasile di F1 sicuramente positivo per la Scuderia Ferrari, che grazie al quinto posto di Leclerc ed il sesto di Sainz, di fatto prenota il terzo posto nel Mondiale Costruttori.

TERZO POSTO SEMPRE PIU’ VICINO

Che la Ferrari fosse in crescita in questo finale di stagione ne abbiamo avuto la conferma già dalla Turchia, ed il trend positivo è continuato anche in Brasile. Sia Charles Leclerc che Carlos Sainz sono riusciti ad essere costanti durante tutto l’arco del weekend, portando a casa un quinto ed un sesto posto finale che conti alla mano “blinda” il terzo posto nel Mondiale Costruttori.

I punti conquistati finora dalla Ferrari sono infatti 287.5 contro i 256 della McLaren, che in questo GP del Brasile di F1 ha vissuto forse una delle sue giornate peggiori. Se non fosse per il punto raccolto da Norris grazie al decimo posto finale, saremmo qui a parlare di una disfatta per il team di Woking. Ricciardo infatti è stato costretto al ritiro e lo stesso Norris non ha vissuto uno dei suoi momenti migliori in partenza quando, nel tentativo di sorpassare Carlos Sainz, ha urtato la SF-21 dello spagnolo subendo una foratura e di fatto rovinando la sua gara.

PARTENZA UNICA SBAVATURA

Partenza che forse è l’unica sbavatura del weekend di Carlos Sainz, che dopo averci fatto emozionare nella Sprint Qualifying di ieri conquistando il terzo posto oggi purtroppo non è riuscito a ripetersi. Lo spagnolo, autore di una brutta partenza ha dovuto difendersi da Norris ed è stato successivamente infilato da Leclerc.

Da li in poi Sainz si è dovuto accodare alle strategie del compagno, in quanto invertire le posizioni non avrebbe avuto molto senso in ottica Mondiale, anche se il passo dello spagnolo forse era migliore. Il monegasco dal canto suo è stato autore di una gara solida anche considerando che davanti oggi erano veramente imprendibili vedendo i distacchi finali. Charles ha gestito bene sia il primo che il secondo stint, non subendo particolari pressioni fino alla bandiera a scacchi.

Tra le note positive possiamo aggiungere che la Ferrari è stata l’unica squadra a pieni giri, in quanto da Sainz in poi sono stati tutti doppiati da Mercedes e Red Bull. Buon lavoro anche del muretto box e dei meccanici, che oggi non hanno sbagliato praticamente nulla durante le soste e nelle strategie, raccogliendo di fatto il massimo risultato in questo weekend per la Rossa.

LE DICHIARAZIONI DI LECLERC

Al termine del GP del Brasile di F1, Charles Leclerc è parso ottimista dichiarando che oggi era impossibile ottenere di più per la Ferrari: “Oggi dopo una sprint race difficile sapevo di dover migliorare la mia guida e ci sono riuscito. Ho fatto un buon primo giro e sia io che Carlos eravamo più veloci dei nostri avversari ed è stata una gara di gestione. Abbiamo estratto il massimo dalla nostra macchina, ma potremo dire di essere molto competitivi quando lotteremo per il mondiale. Stiamo lavorando bene da tante gare, allunghiamo su McLaren e dobbiamo continuare così”.

LE DICHIARAZIONI DI SAINZ

Meno ottimista invece Carlos Sainz per il risultato di oggi, considerato l’errore in partenza che ha sicuramente condizionato la sua gara: “In partenza non dovevo trovarmi a battagliare con Norris, sono partito male e non so perché. Devo capire, ma da quel momento in poi ho avuto un buon passo. Sono stato veloce tutto il weekend. Alla fine non sono soddisfatto perché volevo finire nei primi 5. Ho seguito Charles per tutta la gara ma ho preso tanta aria sporca. Avevo un gran passo, ma ho perso molto in partenza e ho un po’ di amaro in bocca. Continuiamo a spingere, l’importante è migliorare ogni gara”.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.