f1 vettel

Sebastian Vettel ritorna sul podio nel GP d’Azerbaijan di F1 grazie ad una gara capolavoro, in cui il quattro volte campione del mondo è riuscito a rimontare dall’undicesima alla seconda posizione regalando un risultato storico ad Aston Martin. E chissà cosa staranno pensando in Ferrari nel rivedere un Seb cosi motivato.

UNA SUPER RIMONTA

Una gara straordinaria oggi per Sebastian Vettel che regala il primo podio in F1 ad Aston Martin grazie alla seconda posizione di oggi. Non è stato sicuramente un weekend facile per il tedesco che dopo essere stato eliminato dalla top ten in qualifica per solo tre centesimi ed essere partito undicesimo, è riuscito in una rimonta straordinaria che lo ha portato ad un passo dalla vittoria.

Vittoria nel GP di Azerbaijan di F1 che Vettel avrebbe anche potuto conquistare se Hamilton invece di andare lungo fosse finito rovinosamente sulla Red Bull di Perez alla ripartenza della sprint race. Però va bene anche cosi perché per Aston Martin si tratta comunque di un risultato storico, che sancisce il ritorno di uno dei marchi più prestigiosi della storia dell’automobilismo. Onore a Vettel quindi che oggi è riuscito in una grande impresa, alla faccia di quelli che già lo davano per bollito e demotivato.

SEB E’ TORNATO

Ed invece Seb ha zittito tutti facendo parlare il duro lavoro ed i risultati in pista. In Ferrari sicuramente ricorderanno quanto era minuzioso il tedesco nel setting e nello sviluppo della vettura, e vederlo cosi in forma chissà che non abbia fatto venire qualche rimpianto a Maranello. Di sicuro possiamo affermare che Vettel è tornato e da adesso in poi sarà un avversario in più da considerare per la lotta al podio.

Si perché oggi in gara è sembrato di rivedere il Vettel dei vecchi tempi, combattivo e pronto ad approfittare della minima debolezza degli avversari. Basta chiedere a Leclerc, che oggi ha visto sfumare il podio dopo essere stato superato dal tedesco alla ripartenza dell’ennesima safety car. Per Vettel quindi una gara senza sbavature ma condita da tanti sorpassi ed un pizzico di furbizia, che è quello che serve per vincere quattro titoli mondiali.

LE DICHIARAZIONI DI VETTEL

Al termine del GP di Azerbaijan di F1, Sebastian Vettel non ha potuto nascondere tutta la sua soddisfazione per quello che a conti fatti è un grandissimo risultato per Aston Martin: “Il secondo posto significa veramente tanto per il team. Non ci aspettavamo sicuramente un podio quando siamo arrivati. Abbiamo avuto inizio difficile, ma questa è stata una gran gara in cui abbiamo avuto un ottimo passo. Questa è stata la chiave. Siamo partiti bene, abbiamo recuperato posizioni all’inizio e poi gestito le gomme. Quando tutti gli altri sono rientrati avevo un bel passo per poter fare l’overcut”.

“A livello di strategia è meglio partire avanti, ma la gomma nuova ci ha sicuramente aiutato, perché gli altri avevano due giri in più e questo ci ha permesso di gestire meglio gli pneumatici. Questo è stato il segreto, oltre al passo che avevamo perché la macchina era configurata alla perfezione per la gara. Questa è stata la chiave della nostra rimonta. Dopo la ripartenza infatti è andato tutto bene ed ho recuperato altre due posizioni. Sono al settimo cielo e penso che per il team sia grandioso. Ieri non sono riuscito a fare qualcosa di grande, ma oggi sì”. 

Julian D’Agata

Leggi anche: F1 | GP AZERBAIJAN: PEREZ TRIONFA NELLA SPRINT RACE PIÙ CORTA DELLA STORIA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.