bottas gp abu dhabi
Bottas al comando nelle FP2 ad Abu Dhabi

Nella classifica dei tempi della seconda sessione di prove libere del GP di Abu Dhabi la Mercedes torna al comando. Valtteri Bottas ha infatti fatto segnare il miglior crono della giornata davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, mentre gli inseguitori sono ben lontani dalla vettura campione del mondo.

LA MERCEDES TORNA DAVANTI A TUTTI

Con un tempo di 1:36.276 il pilota finlandese è risultato il più veloce di tutti, mettendosi alle spalle anche il rientrante Hamilton. Il sette volte iridato però nel corso della sessione era riuscito a portarsi davanti a tutti su mescola soft, ma si è visto poi annullare il tempo sul giro per aver oltrepassato i limiti della pista. Il britannico aveva stampato un tempo di 1:36.097.

I migliori tempi dei primi due sono stati ottenuti dunque con mescola media, mentre nella prima fase di lavoro i due piloti della stella a tre punte hanno provato le gomme prototipo 2021 portate da Pirelli.

VERSTAPPEN TERZO

Alle spalle del duo Mercedes si è posizionato il solito Max Verstappen, che a parità di gomma di Bottas e Hamilton si è preso oltre 7 decimi dal primo classificato. Distacco pesante per l’olandese dopo aver comandato in mattinata, pur dimostrandosi competitivo sul passo gara.

Bene anche il suo compagno di squadra Alex Albon, che ha chiuso la sessione in quarta posizione, a meno di un secondo dalla vetta e a 2 decimi da Verstappen. Vedremo se l’anglo-tailandese manterrà questo ritmo per tutto il week-end, in cui si gioca l’ultima possibilità di essere confermato in Red Bull anche per la prossima stagione.

FERRARI IN TOP TEN CON LECLERC

Subito alle spalle dei due top team la McLaren di Lando Norris, quinto davanti a Esteban Ocon e Sergio Perez. Tra la Renault del francese e la Racing Point del messicano un solo millesimi a dividerli.

Ottavo Charles Leclerc, che con 1:37.508 ha stampato lo stesso tempo di Daniel Ricciardo. Molto vicini i piloti dalla quinta alla decima posizione, dove troviamo Lance Stroll, lontano 3 decimi da Norris.

Da segnalare anche il quattordicesimo posto di Kimi Raikkonen, davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel. Il finlandese, inoltre, è stato costretto ad abbandonare la sessione in anticipo dopo che la sua Alfa Romeo ha accusato una rottura al turbo. Bandiera rossa e fiamme dal retrotreno della monoposto #7, con Iceman che ha aiutato i commissari a spegnere il fuoco.

Domani altra giornata intensa: in pista prima per le FP3 e poi per le qualifiche del GP di Abu Dhabi.

Immagine

Carlo Luciani

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.