Abu Dhabi strategie
Credit: profilo Twitter Petronas Motorsport

Le qualifiche del GP di Abu Dhabi hanno visto Max Verstappen conquistare la pole position: viste le posizioni in griglia cosa dobbiamo aspettarci per domani in gara dal punto di vista delle strategie per portare a casa il Mondiale?

Come direbbero gli ABBA, nella gara di domani “the winner takes it all”. Nel più semplice degli scenari, Max parte e scappa via, facendo fruttare la pole position e le gomme più morbide al via, lasciando ad Hamilton l’incombenza di inseguire. D’altro canto la partenza potrebbe premiare Lewis e metterlo al comando con il vantaggio di avere una strategia di gomme più elastica, partendo con le mescole medie.

Complichiamo lo scenario

Le cose potrebbero risultare più complicate di così. Già l’ingresso di una o più safety-car potrebbe scombinare i piani gara elaborati ai box, rendendo la lettura degli avvenimenti un fattore chiave. Potenzialmente Mercedes ha più agio con le gomme dure, ma la Red Bull ha dimostrato un gran bilanciamento, che potrebbe aiutarla nell’elaborazione di strategie più creative.

Dopodiché possiamo anche ipotizzare che qualcuno vada ad interferire nella lotta al vertice. Norris potrebbe saltare davanti ad uno dei contendenti al via e nelle prime fasi di gara. Perez, a differenza di Bottas, invece si trova in una posizione migliore per rovinare i piani di Lewis, che corre praticamente “da solo”. Checo potrebbe saltare davanti a Lewis in partenza e tenere a bada Hamilton, lasciando a Verstappen la possibilità di costruire un gap “interessante”.

Vantaggio per chi?

Vale la pena non dimenticare che un pareggio finale premierebbe Verstappen nel Piloti. Brutto da dire, ma la carta di forzare la mano sugli eventi può risultare giocabile, per quanto difficile da mettere sul tavolo in maniera “legale”.

Da questo punto di vista possiamo dire che il sabato abbia messo Verstappen in una posizione molto buona in vista del risultato finale. Mai dare per finito Hamilton, però, che potrebbe estrarre dal cilindro una prestazione delle sue, ben coadiuvato da una Mercedes che pare giocare un po’ a nascondersi sul tracciato di Abu Dhabi.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.