Ferrari dimissioni Camilleri

Alla vigilia dell’ultimo GP della stagione 2020, si scatena un terremoto in casa Ferrari: l’amministratore delegato Louis Camilleri ha presentato le dimissioni con effetto immediato.

Dimissioni con effetto immediato

Camilleri era subentrato nel ruolo a Sergio Marchionne: era il luglio del 2018, poco prima della sua dipartita. Le dimissioni di Louis Camilleri dal suo ruolo in Ferrari hanno effetto immediato, alla base della scelta, si apprende, ci sarebbero motivi personali. Il ruolo di amministratore delegato verrà ricoperto ad interim da parte di John Elkann.

Dichiarazioni

In una nota, l’amministratore delegato uscente ha dichiarato: “La Ferrari ha fatto parte della mia vita e il ruolo di amministratore delegato è stato un grande privilegio. La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno, non conosce limiti. Sono orgoglioso dei numerosi risultati raggiunti dall’azienda dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire”.

John Elkann, in seguito all’annuncio, ha commentato: “Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incrollabile dedizione come nostro amministratore delegato dal 2018 e come membro del nostro consiglio di amministrazione dal 2015. La sua passione per la Ferrari non ha limiti e sotto la sua guida l’azienda ha ulteriormente affermato la sua posizione come una delle più grandi aziende del mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua instancabile ricerca dell’eccellenza”.

Leggi anche: F1 | GP ABU DHABI, FERRARI: BINOTTO RIENTRA IN ITALIA, VETTEL SALUTA LA ROSSA

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.