Nonostante il mondo delle corse sia completamente fermo (o quasi) a causa dell’emergenza Coronavirus che ha paralizzato il globo, il mercato piloti in Formula 1 non si ferma. E’ notizia fresca infatti l’annuncio di Pietro Fittipaldi e Louis Deletraz ingaggiati dal team americano Haas come piloti di riserva. I due piloti però non sono volti nuovi nella scuderia di Gene Haas, grazie al loro lavoro al simulatore anche durante il 2019.




Prima ancora del 2019, il debutto del brasiliano e dello svizzero sulla monoposto Haas è avvenuto nel novembre 2018 nei test gomme Pirelli. Una volta che la stagione sarà partita, Pietro e Louis seguiranno la scuderia nei GP, oltre che a lavorare al simulatore.

In questo periodo di stand-by (non solo della F1, ma dello sport in generale) ci si aspetta che il brasiliano e l’elvetico siano i rappresentanti della squadra nella prossima corsa virtuale fissata per il 5 aprile.

Lo scorso anno Fittipaldi ha disputato il campionato DTM; il sudamericano ha anche militato in Indycar ed ha vinto il campionato di Formula V8 3.5 nel 2017. Per quanto riguarda invece il 22enne, quest’anno correrà in Formula 2 con il team Charouz System.

“Non vedo l’ora di continuare a crescere nel ruolo che ho cominciato lo scorso anno con Haas – ha dichiarato Fittipaldi – Ringrazio Gene Haas e Günther Steiner per un’altra opportunità e la fiducia. Non si smette mai di imparare in Formula 1 se stai trasorrendo ore al simulatore o nella vettura reale, cosa che ho fatto con Haas, registrando oltre 2000 km di prova”.

“Esser tester ufficiale e pilota di riserva in Formula 1 è un altro passo verso il raggiungimento del mio obiettivo finale – ha invece esordito Deletraz – Il mio debutto in Formula 1 è stato nell’auto del team Haas e ovviamento sono contento di quell’opportunità, così come del mio lavoro durante lo scorso anno al simulatore, nel ruolo di tester ufficiale e pilota di riserva. Ringrazio Gene Haas e Günther Steiner per avermi aggiunto al programma. Il vantaggio per me è che correndo in F2, mi vedranno in azione e passerò più tempo con loro.”

Leggi anche: F1 | Chase Carey: ” Quando la situazione migliorerà saremo pronti per correre”

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.