Sta prendendo forma il calendario 2017 di Formula1. I Gran Premi validi per il campionato del mondo saranno ancora 21, come nella stagione in corso. Già si conoscono le prime date ma, alcuni problemi sorgono all'orizzonte: potrebbe infatti addirittura saltare una tappa storica come quella di Montreal in Canada, con il primo candidato ad accaparrarsi la casella lasciata vuota rappresentato dal Qatar, con il Losail International Circuit.

La stagione 2016 ancora non si è conclusa, ma negli uffici FOM e FIA si lavora alacremente per stilare il calendario della prossima stagione. Siamo ancora in fase embrionale ma già si conoscono alcune delle date ufficiali: ad esempio quella di inizio della stagione, fissata per il 26 marzo a Melbourne. La data così “avanzata” è dovuta al fatto che si concederà maggior tempo ai team per testare le nuove vetture, figlie di un regolamento rivoluzionato. Subito back-to-back, quindi, perchè il week end successivo dovrebbe svolgersi il Gran Premio di Cina, anticipato rispetto alle scorse edizioni. La prima data europea del Circus sarà, come da tradizione, quella coincidente con il GP di Spagna al Montmelò il 14 maggio. Per gli amanti del glamour, la data da segnare sul calendario sarà il 28 del mese di maggio, giorno del GP nel Principato di Monaco.

Un’altro dettaglio trapelato dalle prime bozze del calendario sarebbe quello secondo cui, per il secondo anno consecutivo, il GP d’Europa a Baku andrebbe a sovrapporsi con la mitica 24 ore di Le Mans. Brutta notizia per appassionati ma anche piloti: questi ultimi, infatti, non potranno tentare di emulare le gesta di Nico Hulkenberg, trionfatore nel 2015.

Come anticipato in precedenza le gare in programma per il 2017 saranno nuovamente 21, come quest’anno. Esiste però un concreto rischio di perdere una tappa di questo mondiale 2016. No, quella tappa non sarà Monza: l’annuncio del rinnovo è ancora fresco di stampa. Ad essere sul filo del rasoio stavolta è Montreal. Il circuito canadese, secondo per affluenza di pubblico dopo Silverstone, potrebbe perdere l’appuntamento con la Formula 1 non per problemi economici, bensì per gli ingenti ritardi nella realizzazione del nuovo paddock e della nuova struttura dei box. Le previsioni sono pessimistiche, anche considerando la rigidità dell’inverno canadese. Gli scenari per l’autodromo Gilles Villeneuve sono quindi due: slittamento del GP, oppure totale annullamento della tappa. Chi potrebbe sperare nel secondo esito è il Qatar: lo stato arabo infatti sarebbe già pronto a presentare la propria candidatura per una gara in notturna a Losail, come già avviene per la MotoGP.

Per quanto riguarda i test al momento stata bocciata dai team la proposta avanzata da Pirelli di sfruttare gli impianti di Abu Dhabi e Bahrain: dovrebbero dunque essere confermati i tradizionali test spagnoli tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.

Alessandro Gazzoni

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.