Mattia Binotto ha annunciato oggi, durante il tradizionale pranzo di Natale con i media, che la nuova Ferrari verrà presentata l’11 Febbraio 2020. Il team di Maranello cerca un’inversione di rotta rispetto alle stagioni precedenti, presentando in anticipo la monoposto per poi dedicarsi del tutto allo sviluppo, in vista dei primi test di Barcellona.




Si tratta di una nuova strategia in casa Ferrari: negli anni passati gli uomini di Maranello ci hanno abituato ad essere sempre tra gli ultimi a svelare le carte, solitamente a pochi giorni dai test di Barcellona e permettendo cosi poche modifiche dell’ultimo minuto. Non dimentichiamoci che l’anno scorso la Mercedes sorprese tutti portando addirittura una spec-B della monoposto durante la seconda settimana di test. La scelta voluta da Binotto sicuramente lascia intendere una programmazione migliore in vista del 2020, stagione in cui tutti si aspettano una svolta dagli uomini del Cavallino.

Ed è stato lo stesso Binotto a confermare che presentare la macchina in anticipo possa portare dei vantaggi: “Presenteremo la macchina molto presto, penso saremo i primi. La ragione per cui lo facciamo è perché vogliamo intensificare le prove di omologazione al banco prima di andare a Barcellona. La monoposto si baserà su quello che abbiamo imparato quest’anno e quindi nascerà con molto più carico aerodinamico e di conseguenza con più resistenza all’avanzamento. Non ci aspettiamo di essere i più veloci sui rettilinei, ma ci adatteremo al comportamento delle gomme”. 

In casa Ferrari si cerca quindi di imparare dagli errori di questa stagione, dove spesso la vettura è stata veloce in qualifica, ma non altrettanto sul passo gara, come confermano le parole di Binotto: “Dobbiamo riuscire a far lavorare le gomme, non tanto per la qualifica, perché siamo stati veloci, ma più che altro per il passo gara, dove con più carico si riesce a gestire meglio il degrado delle gomme. Stiamo puntando ad aumentare il più possibile il carico verticale a discapito della resistenza all’avanzamento.”

Anche la Power Unit subirà un lavoro di restyling, nonostante si sia dimostrata la più potente in questa stagione: “La Power Unit è fortemente rivista, soprattutto nella parte alta, nelle teste. Nonostante il regolamento sia lo stesso dal 2014, riteniamo che ci sia molto lavoro da fare”. Binotto prosegue dichiarando: “Inizieremo a girare in pista con una vettura muletto l’8 di Febbraio, una monoposto modificata di quest’anno”.

La Ferrari scenderà di nuovo in pista a Barcellona il 18 Febbraio per il tradizionale filming day che precede la prima sessione di test, che si svolgerà dal 19 al 22 dello stesso mese. La seconda sessione invece sarà dal 26 al 28 Febbraio prima di iniziare la stagione 2020 a Melbourne, il 15 di Marzo.

Julian D’Agata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.