Quinto posto per Alexander Albon a Budapest

La terza gara del Mondiale di Formula 1 corsa sul circuito dell’Hungaroring si conclude in maniera positiva per Alexander Albon. Partito dalla tredicesima posizione in griglia, il pilota Red Bull è riuscito a terminare la gara con un quinto posto, seppur quasi doppiato dal compagno di squadra Verstappen.

L’alfiere della Red Bull, reduce da una qualifica difficile, già nelle prime fasi è riuscito a rimontare fino alla nona posizione. Durante il 12° giro il pilota thailandese ha approfittato di un bloccaggio delle ruote di Sebastian Vettel per raggiungere l’ottava posizione.

Dopo il sorpasso, Albon ha subito recuperato il gap che lo separava da Leclerc con cui ha ingaggiato una lotta per la settima posizione, a cui si è aggiunto pure Vettel.

Il pilota thailandese ha avuto la meglio su Leclerc al 17° giro grazie a un sorpasso determinato e subito si è messo a rincorrere Grosjean, con cui ha chiuso il gap durante il 28° giro per poi arrivare al sorpasso nel giro successivo.

Dopo il sorpasso sul francese, Albon si è messo subito a rincorrere Magnussen, l’altro pilota della Haas. Al 35° giro, Albon è tornato ai box per fare il secondo pit-stop montando un set di gomme dure ritornando in pista in decima posizione.

Negli ultimi giri, il thailandese è riuscito a portarsi vicino a Vettel per la quinta posizione e quattro giri al termine della gara, Albon ha approfittato di un nuovo errore del tedesco in curva 2, riuscendo a portarsi in quinta posizione e a mantenerla fino alla linea del traguardo.

LE DICHIARAZIONI

Albon ha commentato così la sua gara: “E’ stata una gara molto divertente. Se qualcuno mi avesse detto che dopo ieri sarei arrivato in quinta posizione gli sarei…saltato sopra. Oggi non sarebbe stato facile poiché partivo dalla 13° posizione, ma siamo partiti bene e ci siamo fatti strada durante la gara. Non è facile superare su questo circuito, quindi ho dovuto fare diverse azioni per superare gli altri piloti in pista. Ogni mossa che fai è sempre al limite qui, ma ha funzionato per noi e mi piacciono le battaglie perché è bello fare spettacolo”.

“Oggi abbiamo perso molto tempo nel traffico dietro le Ferrari, altrimenti penso che saremmo stati più vicini ai primi perché la macchina era davvero buona e quando non c’era traffico eravamo veloci e molto competitivi.”

NESSUNA PENALITA’ 

Il pilota thailandese al termine della gara ha rischiato di perdere il quinto posto, dopo che nei primi giri la sua monoposto è stata messa sotto investigazione a causa di un intervento da parte dei meccanici in griglia di partenza che avrebbero violato il punto 22.3 del regolamento sportivo che proibisce di “alterare il grip” della posizione di partenza.

Dopo il termine della gara gli steward hanno appurato tramite una prova video che non è stato violato il regolamento sportivo e così Albon ha potuto lasciare l’Ungheria con la quinta posizione e i punti iridati. Ancora una volta, però, il gap accumulato dal compagno Max Verstappen rischia di imporre una seria riflessione agli uomini Red Bull, i quali al momento possono contare solo su una vettura per cercare di insidiare lo strapotere Mercedes.

Chiara Zaffarano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.