EWC
FIM EWC, la Suzuki GSX-R1000RR del team Suzuki Yoshimura SERT Motul

Manca poco meno di tre mesi all’inizio del FIM EWC, in programma il 17 e 18 aprile con la 24 ore di Le Mans, ma le formazioni stanno già iniziando a prendere forma e completarsi. Nell’ultima settimana sono arrivate le ufficializzazioni dei team BMW Motorrad e della nuova Suzuki Yoshimura SERT. Entrambe le formazioni si sono rafforzate con l’arrivo di piloti dalla WorldSBK. Anche Ducati ERC e FCC TSR Honda hanno già delineato il proprio team.

IL CALENDARIO

Il Covid19 ha riportato il FIM EWC alla classica stagione sportiva che parte ad aprile e terminerà a ottobre. Rinviata quindi al 2022 la 8 ore di Sepang che lo scorso anno era entrata in calendario a dicembre per rendere il calendario attivo anche nella stagione invernale. Covid19 permettendo la stagione partirà sabato 17 aprile con il via della 24 ore di Le Mans, a maggio si correrà la 8 ore di Oschersleben. A luglio si dovrebbe tornare (il condizionale è d’obbligo) a Suzuka per la classica 8 ore, lo scorso anno annullata dalla pandemia ancora in corso. La stagione si chiuderà poi in Europa con la 24 ore del Bol d’Or a Le Castellet e la 12 ore di Estoril che lo scorso settembre ha incoronato Suzuki SERT campione del mondo.

ROUNDDATAEVENTOCIRCUITO
1.17/18 Aprile24 ore di Le MansLe Mans
2.23 Maggio8 ore di OscherslebenOschersleben Motopark
3.18 Luglio8 ore di SuzukaSuzuka Circuit
4.18/19 SettembreBol d'OrPaul Ricard
5.16 Ottobre12 ore dell'EstorilEstoril Circuit

LE FORMAZIONI

Suzuki Yoshimura SERT Motul. SERT ha unito le forze con Yoshimura, diventando Suzuki Yoshimura SERT Motul, e porterà in pista la GSX-R 1000R con il #1. “La nuova” SERT con questa nuova partnership abbandona il classico azzurro per sposare il rosso già visto sulle GSX-R Yoshimura nell’All-Japan SBK. La formazione 2021 sarà composta dai confermati Gregg Black e Xavier Simeon e da due volti noti in Suzuki: Sylvain Guintoli e Kazuki Watanabe. Sylvain, 38 anni, collaudatore Suzuki MotoGP, debuttò nel EWC dieci anni fa alla 8 ore di Doha vincendo proprio con SERT insieme a Vincent Philippe e Freddy Foray. Per il francese tre partecipazioni a Suzuka con Yoshimura Racing, chiudendo al quinto posto nel 2019 con Kazuki Watanabe come compangno. Il giapponese, 30 anni, è un veterano della Superbike JSB1000 con diverse partecipazioni alla 8 ore di Suzuka, dove ha chiuso al secondo posto nel 2016.

BMW Motorrad World Endurance Team. Novità anche nel team ufficiale BMW, con la BMW S1000RR affidata nuovamente a Markus Reiterberger, mentre Kenny Foray diventerà pilota di riserva. Al suo posto arrivano in sella alla #37 Ilya Mikhalchik e Xavi Fores. Se nel WorldSBK BMW correrà con la nuovissima M1000RR nell’EWC è più probabile che vedremo almeno per la prima 24 ore la S1000RR. Una moto senza dubbi competitiva che permise alla squadra ufficiale BMW di conquistare il terzo posto nel Bol d’Or del settembre 2019. Per Ilya Mikhalchik è un ritorno a casa dopo che nella scorsa stagione aveva già fatto parte della formazione tedesca all’ultima 24 ore di Le Mans. Xavi Fores, 35 anni, invece sarà impiegato con BMW anche nel BSB con la S1000RR del team OMG Racing. Fores nel EWC un podio nel Bol d’Or 2009 con Kawasaki.

ERC Endurance Ducati. Anche per il team di riferimento Ducati nell’EWC novità importanti sia sul fronte dei piloti che su quello della struttura del team. Uwe Reinhardt, fondatore del team ERC Endurance, ha passato il ruolo di Team Manager a Frank Hoffmann. Il tedesco è un ex pilota ed amministratore delegato del fornitore tedesco di componenti per motociclette Wunderlich. Sul fronte piloti al confermato Louis Rossi si aggiungono l’esperto già campione del mondo EWC Mathieu Gines. Il francese, oltre al titolo con GMT94 nel 2014, ha vinto le ultime due stagioni del campionato francese Superbike. Il terzo pilota sarà Sylvain Barrier, già con la squadra tedesca all’Estoril, proseguirà la sua carriera nell’EWC con il supporto del team BRIXX che lascerà il WorldSBK. Il team ERC ha già svolto una prima due giorni di test la scorsa settimana a Jerez.

FCC TSR Honda France. Nonostante le incredibili prestazioni messe in pista dalla squadra franconipponica il titolo iridato manca dalla stagione 2017/2018. Nel finale di questa stagione a Le Mans e Estoril ha debuttato la nuova CBR1000R-RR, che ha lasciato tutti senza parole. In Francia hanno dominato l’intero weekend sfruttando anche i diversi harakiri delle altre squadra ufficiali, mentre in Portogallo hanno chiuso a soli ventiquattro secondi da GMT94 vincitore al termine di una 12 ore combattutissima. Nel 2021 quindi punteranno nuovamente al titolo e per farlo si affideranno ai confermati Mike Di Meglio e Josh Hook, con l’arrivo dell’esperto Yuki Takahashi vincitore nel 2020 del neonato campionato AllJapan Superstock 1000. Il giapponese nel 2010 conquistò il terzo posto a Suzuka proprio con FCC TSR Honda.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.