EWC Bol D'Or 2022 8H ERC Ducati Davies 1

Le 8H ore dell’EWC Bol D’Or 2022 hanno visto un’incredibile debacle di tutti i team ufficiali, a partire da SERT e YART oltre che BMW e FCC TSR Honda, in favore di Ducati ERC. Seconda posizione per Tati Team, OG Motorsport i migliori in Superstock

LA COPPA D’ORO IRRAGIUNGIBILE

L’anno scorso un falò ha distrutto i sogni di gloria dei “big” del mondiale EWC, e quest’anno Il Bol D’Or 2022 alle 8H sembra tornare sulla stessa linea con la sola esclusione di Ducati. Un’incredibile girandola di problemi tecnici sin da subito ha cambiato il volto del centenario della manifestazione al Paul Ricard, sconvolgendo classifiche e punteggi in vista della fine della stagione. Ha aperto i problemi Suzuki, con blocco del motore al termine del Mistral poco dopo la prima ora di gara, seguita a minuti da YART con problemi simili.

BMW ha forato l’anteriore, cadendo poi mentre riportavano la moto ai box e danneggiandola a tal punto da necessitare il ritiro. FCC TSR Honda è invece riuscita a ripartire, anche se in ritardo sugli avversari, e risalire fino alla quinta posizione assoluta. Per la casa alata è il momento giusto per porre una mano sul titolo, ora distante solamente diciassette punti dopo le 8 ore di gara.

LA SITUAZIONE AD OTTO ORE

Il Bol D’Or 2022 vede quindi condurre la classifica EWC Ducati ERC, prima ad un giro di distacco dal Tati Team Kawasaki, attualmente secondo. Per Ducati le speranze di vittoria sono inesistenti, avendo attualmente solo 23 punti (più 10 delle otto ore) all’attivo. Discorso diverso per la Kawasaki #4, ora ad 84 punti contro i 127 (definitivi) di Suzuki SERT ed i 110 di FCC TSR Honda. Con YART e BMW fuori dai giochi, la lotta per il titolo è una sfida aperta tra questi due schieramenti. Certo, per Honda basta continuare su questa rotta e rimanere in Top-5 per poter conquistare il titolo, ma non sembra che la Kawasaki voglia mollare il colpo senza lottare.

ROLFO COMANDA LA SUPERSTOCK

Proprio mentre questo articolo va in stesura, Roberto Rolfo comanda la classifica Superstock. Il Bol D’Or 2022 vede proprio la Yamaha dell’OG Motorsport by Sarazin come capolista della classifica riservata alle moto stock nel mondiale EWC, seguita in nona posizione dalla gemella Yamaha di Sapeurs Pompiers. Tra le due R1M ci sono circa due giri di distacco, con la #66 in settima piazza e la #18 in nona, a sua volta assediata dalla Honda Rac41-Chromeburner. Ai margini del podio della STK la Kawasaki Louit Moto ora condotta da Kevin Calia, a 33 secondi di distanza dal podio. A breve sul nostro canale IG il video di Roberto Rolfo che ci racconterà l’andamento della gara.

Alex Dibisceglia

Leggi anche: CIV | MUGELLO, ROUND 5: VANNUCCI IN SS300, A PEREZ SELFA LA MOTO3

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.