Norisring, race-1, Preining al top. Credits: Fb official page DTM
Norisring, race-1, Preining al top. Credits: Fb official page DTM

Prima affermazione per Thomas Preining (KÜS Team Bernhard) e Porsche nel DTM al termine della race-1 del Norisring. L’austriaco ed il marchio teutonico primeggiano tra i muretti di Norimberga davanti a Dennis Olsen (SSR Performance/Porsche) e René Rast (Abt/Rosberg).

Norisring race-1: van der Linde e Mueller lasciano la corsa alla prima curva

Il primo hairpin del difficile tracciato di Norimberga non ha risparmiato i protagonisti del DTM con Kelvin van der Linde (Abt/Audi) che cercava di mantenere la pole-position sull’austriaco Thomas Preining (KÜS Team Bernhard/Porsche). 

Il sudafricano ha avuto la meglio, mentre Arjun Maini (HRT/Mercedes) veniva spinto in testacoda da Frank Perera (GRT Grasser Racing Team/Lamborghini). I contratti non sono mancati alla prima curva, Marco Wittman (BMW), Nico Mueller (Audi), David Schumacher (Mercedes) e Sheldon van der Linde (BMW) sono stati costretti a lasciare anticipatamente la corsa.

Preining all’attacco con Porsche

Il restart ha visto nuovamente protagonista Porsche e Preining. Il #75 del gruppo ha preso la leadership alla prima curva approfittando di un’indecisione di van der Linde. Il #3 di Audi Sport ha dovuto presto vedersela con Rast che cercava di prendere il secondo posto.

Al 15mo passaggio è arrivato il secondo colpo di scena della gara con l’uscita di scena da parte di Clemens Schmid, Esteban Muth (Walkenhorst Motorsport/BMW) e Frank Perera, pilota che questo fine settimana rimpiazza con GRT lo svizzero Rolf Ineichen

Tutti si sono fermati ai box, una fase che ha preceduto un nuovo restart. La bandiera verde è durata ben poco con Preining che si ritrovava nuovamente leader sulle Audi di Rast e van der Linde che doveva cedere al primo hairpin il passo al danese Dennis Olsen (SSR Performance).

La terza neutralizzazione è arrivata infatti a poco meno di 30 minuti dalla conclusione in seguito ad un incidente di Maro Engel nel raccordo che porta a curva 4. Il tedesco di Mercedes è stato spinto contro le barriere da Mirko Bortolotti (GRT/Lamborghini) che dopo la chicane tentava di beffare il rivale.

Il 29mo passaggio ha segnato l’ennesima ripartenza e la successiva Safety Car. Ayhancan Güven (AF Corse) ha infatti spinto contro in testacoda alla chicane l’austriaco Lucas Auer (Winward Racing). Problemi anche per Bortolotti, protagonista di una toccata contro van der linde al secondo hairpin.

Gli ultimi 15 minuti sono stati relativamente tranquilli nonostante una nuova ripartenza. Preining non ha mollato la vetta, Rast restava secondo su Olsen e Laurens Vanthoor (SSR Performance). Il veterano belga ha iniziato a mettere pressione insieme al teammate al secondo posto di Rast, in difficoltà rispetto alle auto di Stoccarda.

Tra i due litiganti ha avuto la meglio Olsen, abile a primeggiare su Rast che si è dovuto accontentare del secondo posto davanti a Dries Vanthoor. Quinto posto per Philipp Eng (Schubert Motorsport/BMW) davanti a Maxi Goetz (Winward/Mercedes).

Prossima gara domani, come sempre alle 13.30.

Luca Pellegrini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.