Davide Brivio (centro) insieme ad Alex Rins (sinistra) e Joan Mir (destra), fonte: Team Suzuki Ecstar Facebook

Davide Brivio potrebbe lasciare la MotoGP per dirigersi verso la Formula 1, categoria nella quale andrebbe a sostituire Ciryl Abiteboul nel ruolo di CEO del team Alpine, ex Renault. Il Team Manager brianzolo sarebbe stato selezionato da Luca De Meo, Presidente e Amministratore Delegato di Renault

L’indiscrezione è trapelata da autosport.com e, se l’affare dovesse concretizzarsi, i due mondi cambierebbero radicalmente. La mossa porterebbe nuova luce al marchio Alpine, glorioso brand francese divenuto Campione del Mondo Rally nel 1973, vittorioso nella 1000 km del Nurburgring del 1963 e vicino ad un debutto in F1 (1968) poi mai verificatosi.

BRIVIO – ALPINE: VERITÀ O MERA SUPPOSIZIONE?

La notizia di Brivio in Formula 1 ha sorpreso appassionati e addetti ai lavori, tutti frastornati da un fulmine a ciel sereno talmente potente da provocare effetti notevoli in entrambe le categorie.

La fonte si dimostra attendibile, perciò si potrebbe supporre che il fenomenale e pluri-Campione del Mondo Team Manager abbia ricevuto un’offerta irrinunciabile. Un treno da non perdere per cogliere la possibilità di esplorare anche il mondo delle quattro ruote, comunque più articolato rispetto alla Top Class del Motomondiale.

Nel rapporto tra Brivio e De Meo potrebbero risultare rilevanti i trascorsi nel team Yamaha Factory, gestito dal manager brianzolo e sponsorizzato da FIAT tra il 2007 ed il 2010. Negli stessi anni, a dirigere il reparto marketing della casa automobilistica torinese c’era proprio Luca De Meo.

Dettagli questi che restituiscono un certo livello di attendibilità alla notizia. Questo nonostante essa si possa inizialmente definire surreale per l’indissolubile e storico legame tra Davide Brivio e le due ruote.

Ad aumentare il peso e la veridicità di questa notizia vi sono anche i dubbi di Ciryl Abiteboul. Quest’ultimo ha confermato di voler portare a termine il Mondiale 2020 per poi pensare ad un futuro forse distante dai circuiti, ma sempre condiviso con la casa costruttrice francese.

L’ESEMPIO RIVOLA: DALLA FORMULA 1 ALLA MOTOGP

Uno degli esempi più recenti che riguardano il passaggio da due a quattro ruote si ritrova nella carriera di Massimo Rivola. Nei primi anni di F1 è stato impegnato con Minardi e Toro Rosso. Dal 2009 al 2015, Rivola ha ricoperto il ruolo di Direttore Sportivo della Scuderia Ferrari e dal 2016 al 2018 ha lavorato a Maranello come amministratore della FDA.

Rispetto all’ipotetico arrivo di Davide Brivio in F1, il percorso di Massimo Rivola è stato inverso. Il 49enne di Faenza ha accolto l’incarico assegnatogli da Aprilia in MotoGP e dal 2019 svolge il ruolo di Amministratore Delegato della casa di Noale.

Questo intreccio rende credibile ed attuale il trasferimento di una figura titolata come quella di Brivio da un universo all’altro. In questo preciso momento non ci sono però notizie provenienti direttamente dal gruppo Renault.

Considerando l’entità della notizia non dovremmo aspettare troppo tempo prima di ricevere conferme o smentite da parte dei diretti interessati. Sarebbe ovviamente un grande onore per l’Italia avere un rappresentante del calibro di Davide Brivio nella categoria che rappresenta il Pinnacolo del Motorsport.

Matteo Pittaccio

Leggi anche: F1 | WILLIAMS UTILIZZERÀ I CAMBI MERCEDES A PARTIRE DAL 2022

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.