Credits: Dakar.com

L’ottava tappa della Dakar 2022, andata in scena da Al Dawadimi a Wadi Ad Dawasir, fa segnare la prima storica doppietta targata Audi, che così conferma la bontà del suo progetto (quasi) completamente full-electric. Ad imporsi al termine dei 395 km di speciale odierna è Mattias Ekstrom, il quale si aggiudica il suo primo successo in carriera precedendo il compagno Stephane Peterhansel. Continua a guadagnare terreno in classifica Sebastien Loeb, oggi terzo, anche se il vantaggio di Nasser Al-Attiyah rimane importante.

LA PRIMA DOPPIETTA AUDI

E’ una giornata di festeggiamenti in casa Audi, visto il perentorio 1-2 siglato nel corso dell’ottava tappa della Dakar 2022. Le due RS Q e-tron di Ekstrom e Peterhansel hanno infatti chiuso al comando della graduatoria odierna, con Carlos Sainz ottimo quarto. Lo svedese ha quindi conquistato il suo primo centro personale nella gara saudita, avendo la meglio nei confronti del proprio team-mate con un margine di soli 49 secondi. Per la casa di Ingolstadt si tratta del secondo successo ottenuto con la debuttante vettura a propulsione elettrica, a conferma della validità di un progetto che sembra avere le carte in regola per poter continuare a crescere in vista del futuro.

Terzo podio di giornata e un pizzico di rammarico per Sebastien Loeb, il quale ha condotto gran parte della tappa. L’alsaziano è partito subito forte per cercare di tenere alle spalle Al-Attiyah, ma ha dovuto ben presto fare i conti con una foratura. Nella seconda parte, Loeb ha proseguito con maggiore cautela dopo aver perso lungo il percorso l’unica ruota di scorta rimasta, chiudendo al traguardo con un ritardo di 3’08” dal leader. Per lui rimane comunque la soddisfazione di essere riuscito a guadagnare ben sette minuti nei confronti del qatariota, il quale comunque rimane leader della generale con un ampio margine di 37’58”.

PROBLEMI PER AL-ATTIYAH

Per Al-Attiyah la tappa è stata tutt’altro che semplice: il pilota Toyota ha infatti dovuto affrontare diversi inconvenienti, tra cui una foratura e la perdita della trazione posteriore, che lo hanno costretto a rallentare soprattutto nel finale. Per lui è arrivato un piazzamento in 11° posizione e soprattutto qualche grattacapo in più in vista del rush finale. Molto meglio è andata all’altro portacolori del Toyota Gazoo Racing, Henk Lategan (oggi quinto), mentre De Villiers non è andato oltre la nona piazza. Vede invece allontanarsi la seconda posizione nella generale Yazeed Al Rajhi (Overdrive Toyota) oggi solo decimo.

CAMION: SOTNIKOV SEMPRE PIU’ LEADER

Per quanto riguarda i camion, si consolida la leadership di Dmitry Sotnikov, il quale si aggiudica la tappa odierna prendendo altri 6′ nei confronti di Nikolaev. Quest’ultimo si trova ora staccato in classifica di 11’25”. Seconda posizione nello stage 8 per Karginov, a meno di clamorosi ribaltoni ormai tagliato fuori dalla lotta per il podio finale.

STAGE 9: WADI AD-DAWASIR – WADI AD-DAWASIR (491 KM)

La nona tappa della Dakar 2022, in programma domani sul percorso ad anello nei dintorni di Wadi Ad-Dawasir, segnerà un cambio di rotta per tutti i concorrenti. Meno sabbia e molti percorsi in quota, per una giornata che non sarà nemmeno facile dal punto di vista della navigazione. Si dovranno percorrere 287 km di speciale, per un totale di 491 chilometri complessivi nella parte meridionale dell’Arabia Saudita.

Marco Privitera

La classifica generale dopo le prime otto tappe

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.